Egan Bernal torna per la prima volta sul suo incidente

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
bernal
bernal

Il forte ciclista colombiano Egan Bernal torna a parlare per la prima volta dopo il suo terribile incidente avvenuto lunedì a Gachancipà.

Il pauroso incidente di Egan Bernal

Il ciclista colombiano si stava come sempre allenando nei dintorni di Gachancipà, un comune che fa parte del dipartimento di Cundinamarca, quando è avvenuto lo scontro con un bus. Bernal è stato a tutti gli effetti investito dal pullman della compagnia Alianza rompendosi femore, rotula e subendo diversi danni alla colonna vertebrale. Il campione è stato operato nelle ore successive all’incidente.

L’operazione chirurgica in Colombia

Il vincitore dello scorso Giro d’Italia è stato preso in cura dai medici e dallo staff della Clinica dell’Università di Sabana. I medici fanno filtrare cauto ottimismo in merito alle sue condizioni fisiche, mentre tutto il mondo del ciclismo rimane con il fiato sospeso. Dalle prime indicazioni pare che l’integrità neurologica di Bernal non sia stata in alcun modo intaccata.

Le prime parole di Bernal dopo l’intervento

Solo qualche ora fa il ciclista si è sentito di dare un aggiornamento in merito al suo stato di salute, condividendo un messaggio sui social per tutti i suoi fan, ringraziandoli per il supporto: Ho avuto il 95% di possibilità di diventare paraplegico e stavo per perdere la vita facendo ciò che amo di più. Oggi voglio ringraziare Dio, la Clinica La Sabana, tutti i suoi specialisti per aver fatto l’impossibile, la mia famiglia, Maria Fernanda Motas e tutti voi per i vostri messaggi. Sono ancora in terapia intensiva in attesa di altri interventi chirurgici ma confidando in Dio andrà tutto bene.”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli