Elogia Lulic, tifosi della Roma imbufaliti contro l'idolo Pruzzo

Roberto Pruzzo si scusa con i tifosi della Roma dopo l'elogio fatto al rivale Senad Lulic: "Non dormo da giorni, ci sto male".
Roberto Pruzzo si scusa con i tifosi della Roma dopo l'elogio fatto al rivale Senad Lulic: "Non dormo da giorni, ci sto male".

Idolo di tutta una vita, nemico pubblico numero uno dopo una dichiarazione. Ok le parole, ma per migliaia di tifosi sentire il proprio simbolo parlare bene dei rivali non può essere accettato. Chiedere ai fans della Roma, imbufaliti dopo le frasi di elogio da parte di Roberto Pruzzo. Nei confronti di Senad Lulic.

Il bosniaco, considerato il laziale per eccellenza negli ultimi anni visto il goal decisivo in finale di Coppa Italia contro la Roma, ha ricevuto gli elogi da parte dell'ex bomber della Roma, scatenando la furia dei tifosi più intransigenti della società giallorossa.

Pruzzo, a Radio Radio, si era espresso così qualche giorno fa:

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Lulic è diventato il mio mito. È un operaio, ogni tanto va fuori giri, ma dimostra quanto possano essere utili questi calciatori in un contesto di alto livello come quello della Lazio. Quando hai una manovalanza così, ogni situazione si può risolvere. Ha 33 anni ma è ancora uno bello tosto, con giocatori così vai lontano".

Una dichiarazione che ha scatenato i social sopratutto tra ieri e oggi, portando i tifosi della Roma a chiedere addirittura la sua rimozione dalla Hall of Fame giallorossa. Imperdonabile l'aver elogiato Lulic, simbolo della Lazio e della sconfitta in finale di Coppa Italia, nel Derby.

E dire che Pruzzo ha giocato nella Roma tra il 1978 e il 1988, siglando 138 reti e conquistando cinque trofei, tra cui ben quattro Coppa Italia. Diventando uno dei nomi più importanti della storia capitolina, lato giallorosso.

Per vecchie e nuove generazioni, dati e allori di Pruzzo da non considerare più dopo le dichiarazioni pro-Lulic. Una storia già vista, non solo in Italia.

Potrebbe interessarti anche...