Empoli-Milan, le pagelle di CM: ecco il vero Kessie, che partita di Florenzi. Bajrami il più pericoloso

·4 minuto per la lettura

Empoli-Milan 2-4

EMPOLI

Vicario 5: non incide come in altre occasioni, macroscopico l’errore sul 2-1 che cambia l’inerzia del match in favore dei rossoneri.

Stojanovic 5: dopo un ottimo avvio, soffre per tutto il primo tempo le incursioni di Saelemaekers ed Hernandez. (Dal 1’ s.t. Marchizza 5,5: spinge sulla sinistra senza creare grattacapi alla difesa rossonera).

Romagnoli S. 5,5: non ha particolari colpe sui gol, ma è spesso in ritardo nelle chiusure.

Luperto 5,5: gioca una buona gara in marcatura su Giroud, ma la punizione del 3-1 che chiude virtualmente l’incontro nasce da un suo passaggio sbagliato.

Parisi 6,5: l’ultimo a mollare, punta sempre l’uomo e nella ripresa si sacrifica anche sulla fascia destra.

Zurkowski 5,5: consueta gara di strappi e e grande falcate offensive, sui dimentica però di seguire Kessie in occasione del raddoppio rossonero. (Dal 23’ s.t. Bandinelli 5,5: entra e l’Empoli subisce due gol, su quello di Theo c’è anche la sua responsabilità).

Ricci 5,5: parte bene giocando con personalità e qualità alcuni palloni scottanti, alla lunga però la fisicità del centrocampo milanista finisce per sovrastarlo. (Dal 40’ s.t. Stulac sv).

Henderson 5,5: gioca molti palloni ma quasi mai in verticale, non trova mai il tempo giusto per inserirsi in area avversaria. (Dal 40’ s.t. Asllani sv).

Bajrami 6,5: è l’uomo più pericoloso degli azzurri. Segna un gol da campione ma non capitalizza l’occasione a inizio ripresa calciando sulla traversa da ottima posizione.

Pinamonti 6,5: segna con la consueta freddezza il rigore dell’ inutile 2-4, nel primo tempo sfiora la rete del vantaggio ma Maignan gli sbarra la strada con un vero miracolo.

Cutrone 5,5: tanto movimento e tanto pressing, che però gli costano un po’ di lucidità quando ha la palla tra i piedi. (Dal 23’ s.t. La Mantia 6: prova a dare vivacità e soluzioni diverse all’attacco azzurro, senza però trovare l’occasione per fare male al Milan)

All. Andreazzoli 6: il suo Empoli è distratto e sfortunato. Viene punti ad ogni minimo errore e davanti è meno concreto del solito. La vera beffa della serata è la vittoria dello Spezia a Napoli senza tirare in porta, ma la distanza dai liguri resta, ovviamente, ragguardevole.

MILAN

Maignan 6: sbaglia sul gol di Bajrami ma rialza subito la testa con almeno 3 interventi decisivi. Si esalta sul diagonale di Pinamonti a metà del primo tempo.

Florenzi 7: conferma anche al Castellani una crescita esponenziale dal punto di vista fisico e della conoscenza del gioco di Pioli. Perfetto in fase difensiva quando sono abbassa da terzo centrale, scaltro nel trovare il primo gol in rossonero con una punizione che si infila nello spazio lasciato dalla barriera empolese. (dal 19’ st Kalulu 6: entra in campo con la testa giusta )

Tomori 6: stranamente distratto nella prima frazione di gioco, manca un intervento e concede una palla gol macroscopica a Pinamonti. Nella ripresa torna a vestire il mantello deI super eroe vincendo tutti i duelli con gli avanti azzurri.

Romagnoli 6: barcolla ma non molla. Soffre la rapidità di Pinamonti ma si fa apprezzare sia in fase di rilancio dell’azione che sul gioco aereo.

Hernández 6,5: prestazione a due facce: devastante quando parte palla al piede, irritante in un paio di strafalcioni difensivi. Mezzo voto in più per il gol che chiude la gara.

Tonali 6: centrocampista più di governo che di qualità. Ottimo ritmo ma regia spesso elementare. Può fare di più. (19’ st Bakayoko 5: si fa notare solo per l’intervento scomposto che porta alla concessione del calcio di rigore per i padroni di casa)

Bennacer 5,5: tocca troppe volte il pallone e rallenta spesso l’azione. Soffre proprio sul suo punto forte ovvero l’intensità messa dai centrocampisti avversari. (dal 35’ st Díaz sv)

Messias 5,5: ha buone idee e grande voglia di determinare ma è troppo impreciso. Rimandato (dal 35’ st Krunic sv)

Kessie 7,5: è la mossa a sorpresa di Pioli che lo schiera da trequartista. Ci mette poco a prendere confidenza con il ruolo, trovando un bel gol che indirizza la partita sui binari rossoneri. Trova una doppietta, con l’ausilio di un incerto Vicario, che vale tanto per la classifica e per il morale.

Saelemaekers 7: ispirato, fa ammattire Stojanovic. Sterza, tira in porta e trova sempre la verticale giusta per i compagni. Gran partita dell’esterno belga.

Giroud 5,5: non convince l’esperto attaccante francese. L’assist per il primo gol di Kessie l’unica giocata buona della sua partita.

All. Pioli 7: la vince lui con la mossa Kessie da trequartista. Accetta il momento e schiera un Milan più umile ma vincente.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli