Enner Valencia sblocca i Mondiali: 'Superman', il flop Premier e il finto malore in campo per scappare dalla polizia

Enner Valencia è il primo marcatore dei Mondiali di Qatar 2022, per tre volte in realtà, perché in realtà è sua anche la prima rete annullata del torneo (fuorigioco millimetrico rilevato con il var) e il raddoppio al 31esimo. Dal dischetto, al minuto 16' della sfida contro il Qatar, l'attaccante classe 1989 non ha titubato e ha battuto un disastroso Al Sheeb spiazzandolo rasoterra. Con queste due marcature Valencia sale a quota 36 gol segnati con la nazionale ecuadoriana confermandosi come miglior marcatore di sempre della nazionale sudamericana.

PERSONAGGIO UNICO - "Superman", così è stato soprannominato in Premier League durante le sue non semplici (per usare un eufemismo) esperienze con West Ham ed Everton, per le vette raggiunte di testa quando salta, nel 2016 fu protagonista con la sua nazionale contro il Cile quando in campo finse un malore per farsi soccorrere dai medici e non farsi arrestare dalla polizia a bordo campo che lo stava cercando per mancati versamenti dell'assegno familiare per la figlia. Acquistato a titolo gratuito dal Fenerbahce dopo un'esperienza con il Tigres in Messico, quest'anno ha all'attivo 15 gol e 4 assist in 22 partite. E ora, se trovasse il prossimo gol dell'Ecuador, andrebbe ad eguagliare un altro record, detenuto da Paolo Rossi ed Eusebio, che segnarono 6 gol consecutivi ai Mondiali con Italia e Portogallo.