Enrico Boni lancia l'allarme sul mercato

Il Parma si conferma implacabile con le grandi e dopo aver fermato l’Inter a San Siro e aver fatto bella figura al debutto contro la Juventus ferma la striscia d’imbattibilità esterna della Roma.

Crociati più forti dell’emergenza e a segno addirittura con l’attaccante di riserva Sprocati. Enrico Boni ha perso le parole…: “Non c’è una spiegazione logica al rendimento del Parma – il pensiero dell’opinionista tifoso – La Roma sicuramente ci ha agevolato schierando la stessa formazione che aveva giocato giovedì, probabilmente hanno sottovalutato l’impegno, ma non è questo l’unico motivo. Nessun allenatore sembra riuscire a trovare le contromisure quando gioca contro D’Aversa. La verità è che nella rosa del Parma non ci sono insostituibili, come si vede dal rendimento di Cornelius e Dermaku”.

Certo un Parma che corre così spedito dà pochi spunti giornalistici, ma all’orizzonte c’è il mercato di gennaio che potrebbe portare via due colonne della squadra: “La squadra va bene e non ci sono problemi, anche il caso Karamoh è rientrato – prosegue Boni – Cento di questi giorni, siamo anche fortunati, ma i meriti ci sono. Rischiamo di annoiarci, però in base alla mie informazioni a gennaio potrebbero partire due giocatori: Darmian, ma dell’interessamento dell’Inter si sapeva già da quando era arrivato, ma anche Kulusevski. Purtroppo qui il Parma non guadagnerà un euro perché il giocatore è tutto dell’Atalanta, peccato per la formula, ma a Bergamo chiedono 40 milioni. Il ragazzo è molto forte, mi dicono che piaccia all’estero, ma non so se troveranno subito società disposte a spendere tanti soldi. Speriamo resti fino alla fine del campionato”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...