Entourage Vidal: 'È stato offerto al Flamengo, farà tutto il possibile e anche l'impossibile per giocare lì'

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Comunque andrà a finire questa estate di mercato, Arturo Vidal non sarà più un giocatore dell'Inter. Il centrocampista cileno sta infatti lavorando con i suoi procuratori per trovare il modo di tornare a giocare in Sud America con un unico grande club messo in cima alla lista dei suoi desideri, il Flamengo. E a confermare la trattativa in essere con la società brasiliana è stato oggi uno degli agenti che fanno parte del suo entourage.

"FARA' DI TUTTO" - Si tratta di André Cury, socio di Fernando Felicevich (il vero agente), che parlando ai microfoni di Espn, ha confermato che la trattativa è in essere anche se non è stata ancora completata, anzi, la risposta del Flamengo si fa attendere: "Il giocatore è stato offerto al Flamengo che non ha ancora risposto. Abbiamo detto al club che il giocatore farà tutto il possibile e l'impossibile per giocare lì. Il Flamengo è la sua priorità".

LA CLAUSOLA DI SVINCOLO - E l'Inter? Attende interessata perché anche per il club nerazzurro l'addio di Vidal rappresenterebbe una mossa importante per le proprie strategie di mercato. Il suo stipendio salirà a 9,5 milioni netti per il suo ultimo anno di contratto, il prossimo, e nonostante i vantaggi del decreto crescita i quasi 14 milioni di euro lordi che verrebbero risparmiati permetterebbero alla società di muoversi con più facilità sul mercato in entrata. E se Vidal non trovasse il modo di approdare al Flamengo? L'idea rimarrebbe quella di attivare la clausola rescissoria da 4 milioni di euro presente negli accordi e che permetterebbe al club nerazzurro, unilateralmente, di rescindere il contratto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli