Eriksen ai ferri corti con l'Inter: l'agente porta il club davanti al Collegio di Garanzia del Coni! I dettagli

·1 minuto per la lettura

Come se non bastasse una situazione di rapporti compromessi con Antonio Conte e una delicata situazione di mercato, vista la difficoltà a trovare un acquirente in questa finestra di mercato, il caso Eriksen all'Inter si allarga con un'importante novità di giornata.

Martinus Shoots, procuratore del trequartista danese, si è rivolto al Collegio di Garanzia del Coni presentando un'istanza di arbitrato contro l'Inter nell'ambito del trasferimento del giocatore dal Tottenham avvenuto nel gennaio 2020. Ecco quanto recita il comunicato: "Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto un'istanza di arbitrato, ex art. 22, comma 2, del Regolamento Agenti Sportivi del CONI, da parte dell'Agente Sportivo Martinus Schoots contro la F.C. Internazionale Milano S.p.A., in virtù del contratto di mandato, sottoscritto il 27 gennaio 2020, in forza del quale la società intimata ha conferito incarico al suddetto istante al fine di consentire la realizzazione del trasferimento del calciatore Christian Eriksen, allora tesserato presso il Tottenham Hotspur F.C., alla società milanese".

Secondo quanto riporta Calcio e Finanza, l'Inter fa sapere che adempirà a tutti gli obblighi contrattuali previsti; a bilancio risulta che l'acquisto di Eriksen sia costato 26.998 milioni di euro, di cui 7.566.797 di commissione per l'agente Schoots.