Eriksen: "Quando ho scelto di andare all'Inter la mia intenzione era vincere uno Scudetto. Sono felice"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

"La mia intenzione quando ho scelto di andare all'Inter era quella di vincere uno Scudetto, e ci sono riuscito dopo un anno e mezzo, quindi ne sono incredibilmente felice". Parole e musica di Christian Eriksen, intervistato in patria dal quotidiano Fyens Stiftstidende.

Christian Eriksen | Marco Luzzani/Getty Images
Christian Eriksen | Marco Luzzani/Getty Images

"Prima di questa vittoria, avevo perso tre finali, e perdere una finale non è mai divertente. Quindi vincere dà una sensazione liberatoria e più fiducia nel fare le cose - ammette il fantasista danese -. Più vinci, più vuoi farlo. Come giocatore di calcio, quando ripensi alla tua carriera in seguito, spesso si tratta di ciò che hai nel tuo curriculum. Ma alla fine, per me, si tratta ancora di divertirmi giocando a calcio, e ti diverti ancora di più quando vinci".

Eriksen tocca inevitabilmente anche il tema Europeo: "Le aspettative saranno alte, visto l'anno che abbiamo vissuto fino ad ora. Vogliamo andare il più lontano possibile, poi vedremo come finirà. Ma penso che almeno possiamo puntare in alto. Nel 2012 ero ancora più giovane di adesso. E la mentalità e l'esperienza che non avevo allora, le ho adesso. Questa è probabilmente la differenza più grande. Come giocatore, probabilmente non sono cambiato molto. E poi la squadra è cresciuta con me. Alcuni nuovi sono arrivati ​​e quelli più vecchi si sono fermati, quindi queste sono probabilmente le maggiori differenze. Certo, più partite hai giocato e più lunga è la tua carriera. Sono sicuro di questo".

Segui 90min su Facebook.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli