Eriksen rinato all'Inter: "Non volevo scappare. Tutto è iniziato con il gol al Milan"

Matteo Baldini
·1 minuto per la lettura

Nella stagione dell'Inter, decollata assolutamente in campionato, uno spazio speciale spetta anche a Christian Eriksen: il danese è riuscito a riscattarsi dopo essere finito a lungo nel dimenticatoio, definito persino esubero, ed è riuscito a ritagliarsi uno spazio agli ordini di Conte quando tutto sembrava condurre a un addio. Lo stesso Eriksen ha parlato della propria vita in nerazzurro e lo ha fatto ai microfoni di TV2 SPORT, queste le sue dichiarazioni: "La scorsa stagione è stata la più dura e impegnativa, con un continuo di alti e bassi, ora sento di essere arrivato ad avere una ripresa".

Esultanza nerazzurra | Marco Luzzani/Getty Images
Esultanza nerazzurra | Marco Luzzani/Getty Images

Sul possibile addio all'Inter: "Volevo andarmene? Non è che volessi scappare, volevo lottare davvero per il posto e l'ho sempre fatto. Ero sicuro che se avessi avuto un'occasione l'avrei colta, sento di averlo fatto".

Ancora sulle difficoltà e sul riscatto: "Mentalmente è stata dura, sono venuto per giocare e quando non puoi è fastidioso. Sono stato bravo a concentrarmi davvero. Sono stato anche un po' fortunato, è iniziato tutto con il gol contro il Milan, la gente ha iniziato a guardarmi con occhi diversi, poi sono migliorato partita dopo partita e sono contento".

Eriksen e Conte | Jonathan Moscrop/Getty Images
Eriksen e Conte | Jonathan Moscrop/Getty Images

Sul gol contro il Milan: "Penso che mi abbia aiutato tanto e che abbia cambiato il modo in cui le persone osservano, dando prova che posso giocare bene e battere una punizione se c'è l'opportunità. Sento che posso dimostrare molte cose e ho scoperto come va veloce il calcio, lo vivo giorno per giorno".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.