Esce dal coma dopo 10 mesi, 19enne scopre la pandemia

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Joseph Flavill (Foto Facebook)
Joseph Flavill (Foto Facebook)

Ha dell’incredibile la storia di Joseph Flavill, 19enne inglese finito in coma per dieci mesi dopo essere stato investito da un’automobile nello Staffordshire il 1°marzo 2020 e risvegliatosi in un mondo dominato dalla pandemia.

In seguito all’incidente, avvenuto tre settimane prima dell'inizio del primo lockdown britannico, il ragazzo ha subito una lesione cerebrale che lo ha indotto al coma. Ora Joseph si è risvegliato e sta lentamente iniziando a rispondere. La famiglia ha cercato di spiegare al giovane, in videochiamata, che non possono vederlo di persona a causa delle restrizioni del coronavirus.

GUARDA ANCHE: Lockdown: aumentano i disturbi alimentari tra i più giovani

"Non sa nulla della pandemia perché di fatto ha dormito per 10 mesi - ha raccontato al Guardian una sua zia - La sua consapevolezza comincia ora a riaffiorare, ma non riesco ad immaginare come potrebbe capire cosa è successo nel mondo nell'ultimo anno".

I familiari nei dieci mesi di ricovero non hanno potuto fargli visita per limitare il pericolo di contagio, e il 19enne ha dovuto superare da solo, non soltanto il coma, ma lo stesso coronavirus che ha contratto per ben due volte.

GUARDA ANCHE: Totti visita la ragazza uscita dal coma grazie alla sua voce