Champions League - Facciamo i conti: Porto, la macchina da soldi si è improvvisamente fermata

Enrico Turcato
Porto Facciamo i conti

La stagione 2016/17 rappresenta una vera e propria mosca bianca nella storia recente dell'FC Porto. Risulta, infatti, essere la prima annata sportiva dal 2003/04 in cui lo storico club portoghese chiuderà con un segno meno il bilancio di calciomercato. Un saldo negativo di quasi 19 milioni di euro tra operazioni in entrata ed in uscita. Un punto di svolta, dove gli arrivi/riscatti di Alex Telles, Felipe, Depoitre, Layun, Boly e Soares non sono stati ripianati da alcuna cessione clamorosa. Inconsueto, soprattutto considerando che cedendo nell'estate del 2015 Alex Sandro alla Juventus (26 milioni di euro), Danilo al Real Madrid (31 milioni) e Jackson Martinez all'Atletico Madrid (37 milioni), il Porto aveva sfondato quota 300 milioni di euro di attivo sul mercato in un solo decennio.

Rapporto con Mendes inclinato?

“Quella di Adrián Lopez è una storia a sé. Quando Lopetegui è arrivato, si è reso conto che non conosceva bene il campionato portoghese, e ha voluto basarsi su calciatori spagnoli. Una delle sue richieste è stato Adrián Lopez. E così sono entrato in contatto con l’Atletico Madrid e Jorge Mendes. Il prezzo (11 milioni di euro per il 60%) era esorbitante e così ho detto no. Ma l’agente ha trovato una soluzione, facendoci presentare impegni di pagamento a un anno, e se per allora non avessimo voluto tenere con noi il giocatore lui l’avrebbe piazzato altrove per lo stesso valore. Un anno è passato, lui (Mendes) non l’ha piazzato, e a noi è toccato pagare. Non ho perso la fiducia in Jorge Mendes, ma affari come questo non ne faccio più”. Le parole pronunciate nel gennaio 2016 dal presidente Jorge Nuno de Lima Pinto Da Costa a Porto Canal sono sembrate la prima vera crepa su un sodalizio che dura da quasi 15 anni. E la gestione delle operazioni di mercato 2016/17 ne è stata la conferma.

Stagione sportiva Porto Saldo entrate/uscite di mercato
2016/17 -18,6
2015/16 +89,9
2014/15 +44,6
2013/14 +46,7
2012/13 +60,8
2011/12 +1,9
2010/11 +2,8
2009/10 +41,6
2008/09 +8,3
2007/08 +53,8
2006/07 +3,1
2005/06 +30,5
2004/05 +40,1

C'è stata un'inchiesta che ha fatto cambiare le cose

Se non conoscete la storia di Jorge Mendes e i suoi rapporti con il Porto, vi rimandiamo a questo nostro pezzo del giugno 2015 (QUI). In ogni caso, a raffreddare i rapporti tra il Porto e l'agente più influente nella storia recente del calcio, ci ha pensato anche un'inchiesta ottimamente raccontata dal massimo esperto in materia, il giornalista Pippo Russo. A fine luglio 2016 il Correio da manha, un quotidiano portoghese, ha annunciato un’inchiesta del Departamento Central de Investigação e Acção Penal (DCIAP), concentrata su dodici trasferimenti di calciatori realizzati dal Porto tra il 1999 e il 2006. L’attenzione è stata dedicata a una rete di società offshore entrate nel vasto flusso di denaro che dà luogo a qualche passaggio di troppo. Inoltre, agli investigatori ha destato interesse un documento: si tratterebbe di un contratto stipulato fra il Porto e Gestifute, l’agenzia creata nel 1996 da Jorge Mendes. Quanto alle ipotesi di reato, il Correio da manha ha utilizzato la principale come titolo del paginone interno: “Suspeitas de lavagem de dinheiro” (“Sospetti di riciclaggio”). Ancora nulla di certo, provato e definitivo, ma la conferma il cambiamento di rotta nelle strategie del club, non è proprio così casuale.

Giocatore (squadra) Prezzo di vendita in milioni di euro
James Rodriguez (Monaco) 45
Hulk (Zenit) 40
Falcao (Atletico Madrid) 40
Jackson Martinez (Atletico Madrid) 37
Danilo (Real Madrid) 31,5
Anderson (Man United) 31,5
Eliaquim Mangala (Man City) 30,5
Pepe (Real Madrid) 30
Ricardo Carvalho (Chelsea) 30
Alex Sandro (Juventus) 26

Negli ultimi 10 anni una vendita a peso d'oro dietro l'altra

Clicca qui per leggere l’articolo completo su Eurosport : Facciamo i conti: Porto, la macchina da soldi si è improvvisamente fermata

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità