Esposito segna e si completa: nuovo ruolo nella 'terra' di Recoba, l'Inter sorride

CM
·1 minuto per la lettura

Sebastiano Esposito ha trovato il primo gol con la maglia del Venezia, nella trasferta di lusso di Monza, dove il club lagunare ha schiantato la squadra di Brocchi con un netto, e poderoso, 4-1. Aramu è stata la star di giornata, ma la ciliegina finale l'ha messa il giovane in prestito dall'Inter, che sta ritrovando sé stesso dopo una stagione difficile.

CAMBIO RUOLO - Prima le difficoltà alla Spal, dopo un solo gol e tanta concorrenza, poi l'occasione Venezia, arrivata a gennaio, in una squadra che vola sulle ali dell'entusiasmo da inizio stagione: nelle ultime 5 ha trovato 2 assist e, appunto, un gol, cambiando anche posizione, evolvendosi, crescendo, non facendo la punta ma lavorando da secondo trequartista alle spalle di un centravanti, oppure partendo da esterno.

NELLA TERRA DI RECOBA - Uno step importante per chi, in carriera, ha sempre bruciato le tappe ma ha dimostrato di avere la testa sulle spalle. Come nelle dichiarazioni di due giorni fa: "​Sto cercando di uscire da un momento difficile. So che ce l'hanno tutti i giocatori nel loro percorso momenti così. Io magari ce l'ho alla mia età, sono un po' precoce, ma sono abituato a fare tutto in età precoce. Ma sono abituato a fare un po' tutto ad un'età precoce". Ce lo ha avuto, nel '99, Alvaro Recoba, che dall'Inter andò al Venezia per salvarlo e rinascere. E così fece. Ora Esposito sta provando a ritrovarsi, crescendo, e a portare in alto il Venezia. Con l'Inter che sorride per il suo 2002, sul quale punta molto.