Euro 2020, si va verso sede unica. Rummenigge: "La UEFA sta valutando"

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

C'è ancora tanta incertezza per quanto riguarda gli Europei di calcio, programmati inizialmente per l'estate 2020 ma rinviati di un anno a causa della pandemia. Euro 2020 sarebbe dovuta essere una manifestazione itinerante da giocarsi in 12 nazioni, ma l'attuale situazione Coronavirus del "Vecchio Continente" sta facendo prendere sempre più corpo l'ipotesi di disputare la manifestazione in un unico Paese.

Karl-Heinz Rummenigge | Alexander Hassenstein/Getty Images
Karl-Heinz Rummenigge | Alexander Hassenstein/Getty Images

A renderlo noto il presidente del Bayern Monaco Karl-Heinz Rummenigge, intervistato dal quotidiano bavarese Münchner Merkur: “Non si può dimenticare che l’idea di questa edizione speciale del torneo viene da quando non c’era il coronavirus”, le parole di Rummenigge riportate da Sky Sport. "So che il presidente della UEFA, Aleksander Ceferin si sta chiedendo se non sia il caso, visto che la pandemia è ancora in atto, di far svolgere gli Europei in una sola nazione con un protocollo sanitario molto rigido. Non sarà facile, ma Aleksander Ceferin e la UEFA prenderanno la decisione giusta con grande attenzione e considerazione"

Alexander Ceferin | Alexander Hassenstein/Getty Images
Alexander Ceferin | Alexander Hassenstein/Getty Images

La decisione definitiva della UEFA su dove disputare l'Europeo (previsto dall'11 giugno al 11 luglio 2021) verrà presa entro il 5 marzo, secondo quanto rivelato dal quotidiano francese L'Equipe.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.