Europa League, emergenza Coronavirus: Siviglia-Roma a porte chiuse

Goal.com

Non solo la Serie A è vittima dell'emergenza Coronavirus: anche in Europa League si giocheranno a porte chiuse Siviglia-Roma e Olympiacos-Wolverhampton, entrambe valide per l'andata degli ottavi di finale. Le autorità hanno scelto di far giocare i due match senza pubblico.

Si giocherà dunque nel silenzio del Sanchez Pizjuan, con buona pace dei 600 tifosi giallorossi già in possesso dei biglietti, che verranno comunque regolarmente rimborsati dal Siviglia. Questo il comunicato del ministro in conferenza stampa:

"In linea con le misure che abbiamo adottato, la comunità Andalusa ha deciso di far giocare a porte chiuse la gara tra Siviglia e Roma della prossima settimana".

Nonostante la Grecia non sia tra i paesi più colpiti dal virus, anche il governo locale ellenico ha deciso di prevenire ogni pericolo di contagio: Olympiacos e Wolverhampton avevano chiesto chiarimenti e oggi è arrivata l'ufficialità, che consentirà ai tifosi di recuperare il costo del biglietto.

La decisione è stata presa in seguito a un aumento di casi nei rispettivi paesi: provvedimenti drastici anche in ambito europeo dunque per limitare il contagio di un virus che rischia anche di compromettere i prossimi Europei estivi.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...