Ex presidente Milan: Yonghong Li ancora nel mirino dei creditori ad Hong Kong

Yonghong Li ancora nel mirino dei creditori a Hong Kong. Continua la battaglia legale di Teamway, società con sede ad Hong Kong, nei confronti dell'ex proprietario e presidente rossonero e di sua moglie Huang Qingbo: come riferisce Calcioefinanza.it, al centro della contesa il mancato rimborso di 7,3 milioni di dollari relativi al prestito da 8,3 milioni di dollari utilizzato dall’uomo d’affari cinese per sottoscrivere uno degli aumenti di capitale del club rossonero.

Nelle scorse settimane è stato pubblicato il bilancio al 31 dicembre 2021 di Teamway e - si legge su C&F -, viste le lunghezze della causa avviata nell’agosto del 2018 nei confronti di Yonghong Li e della moglie, la società con sede ad Hong Kong, nel maggio 2019, ha presentato al tribunale un’istanza per giungere rapidamente a sentenza.

La sentenza arrivata nel settembre 2019 ha dato esito favrevole a Teamway e obbligato Rossoneri Yonghong Li a versare "7,3 milioni di dollari con interessi al tasso del 24% dal 1 maggio 2018 e i relativi costi fino al completo pagamento".

Al 31 dicembre 2021, tuttavia, il pagamento sembra non essere stato saldato e Teamway aggiunge: "La Società sta ora cercando la consulenza degli avvocati della Società sulla migliore opzione per eseguire la sentenza. Poiché il prestito è scaduto da tempo, gli amministratori hanno deciso di cancellare il saldo residuo durante l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2020".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli