F1 2021-2022: basi gettate, ma resta tanto da definire

Roberto Chinchero
motorsport.com

"Stiamo affrontando un periodo molto difficile. Dopo diversi rinvii di Gran Premi, e la decisione unanime di anticipare la pausa estiva a cavallo di marzo e aprile, noi e la FIA abbiamo discusso con i team della necessità di una maggiore flessibilità, riprogrammando gli impegni futuri per far fronte alle difficoltà causate dalla situazione COVID-19”.

Il responsabile di Liberty Media, Chase Carey, ha rilasciato delle dichiarazioni al termine della video conferenza tenutasi nella giornata di ieri con i rappresentanti dei team e della FIA.

“Nell’incontro c’è stato il pieno supporto per i piani di riprogrammazione che puntano a garantire il maggior numero possibile di gare non appena potremo avere la certezza di tornare in pista – ha spiegato Carey - Formula 1 e FIA lavoreranno per mettere a punto un calendario 2020 rivisto, ci consulteremo con i team ma, come concordato durante la riunione, il calendario rivisto non richiederà la loro approvazione formale. Questo ci darà la flessibilità necessaria per concordare i tempi rivisti con i promotori dei Gran Premi interessati, ed essere pronti a tornare in pista al momento giusto”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Basi gettate, ma resta tanto da definire

“Inoltre, come annunciato dalla FIA – ha sottolineato Carey - durante la riunione è stato concordato all'unanimità che l'attuazione dei regolamenti tecnici programmata a partire dalla stagione 2021 sarà rinviata al 2022. A causa delle conseguenze create dalla situazione finanziaria attuale, è stato convenuto che i team utilizzeranno il loro telaio 2020 anche per la stagione 2021, con il potenziale congelamento di ulteriori componenti che sarà discusso a tempo debito. L'introduzione e l'attuazione del regolamento finanziario (budget cap) entreranno in vigore come previsto nel 2021”.

In un momento di difficoltà i team hanno accettato di fare fronte comune e procedere nella stessa direzione, ma molti aspetti dovranno essere definiti nelle prossime settimane. La Ferrari ha dato la sua approvazione allo slittamento di dodici mesi del nuovo regolamento tecnico, venendo incontro alle difficoltà di molte squadre, ma sarà in prima fila per definire temi importanti, come l’impatto dell’entrata in vigore del budget cup con il regolamento tecnico 2020, ed i dettagli del congelamento delle parti tecniche. Resta ancora da chiarire se la stagione 2021 confermerà o meno il weekend ‘corto’, ovvero con le prove libere del venerdì compresse nel pomeriggio, novità che faceva parte del pacchetto di novità 2021.

Potrebbe interessarti anche...