Gp Belgio, dominio Red Bull: trionfa Verstappen davanti a Perez

(Adnkronos) - Dominio Red Bull nel Gp del Belgio di F1 a Spa. A vincere è il campione del mondo in carica e leader iridato Max Verstappen, scattato dalla settima fila e dalla 14/a posizione, che guadagna la testa della classifica dopo soli 12 giri. Alle sue spalle il compagno di squadra, il messicano Sergio Perez e a completare il podio lo spagnolo della Ferrari Carlos Sainz. Quarto l'inglese della Mercedes George Russell.

Charles Leclerc subisce una penalità di 5" al termine del Gp Belgio per eccesso di velocità in pit-lane e perde una posizione retrocedendo dal quinto al sesto posto finale scavalcato dallo spagnolo dell'Alpine Fernando Alonso che aveva terminato la gara alle sue spalle.

Incidente tra Valtteri Bottas e Nicholas Latifi nel secondo giro del Gp del Belgio e gara in regime di safety car. Entrambi i piloti sono stati costretti al ritiro.

"Il primo giro è stato frenetico. Ho cercato di stare fuori dai guai, perché succedeva di tutto davanti a me. Quando siamo riusciti a rimetterci in sesto dopo la safety car la macchina andava sui binari. Ho scelto i posti giusti nei quali provare i sorpassi, siamo riusciti a gestire le gomme e per questo abbiamo rimontato. Una volta in testa, ho potuto gestire tutto" dice Verstappen commentando così la vittoria dopo una rimonta dalla 14/a posizione di partenza. "E’ stato un weekend splendido, che neanche potevo immaginare. Ma vogliamo altri weekend così, dobbiamo continuare. Zandvoort? Vedremo cosa faremo lì, oggi voglio godermi la giornata”.

“Purtroppo la gara è stata più dura del previsto - le parole di Carlos Sainz - La partenza è stata buona e anche la ripartenza dopo la safety car ma il passo oggi non c’era. Le gomme si surriscaldavano tanto e scivolavamo molto in pista. Il nostro pacchetto per qualche motivo non c’era proprio. Alla fine abbiamo almeno chiuso sul podio e lo accettiamo. I primi giri sono stati forti ma poi il degrado è stato subito molto alto". "La Red Bull e in particolare Max Verstappen oggi erano di una categoria a parte -aggiunge lo spagnolo della Ferrari -. Non siamo riusciti a lottare al meglio, abbiamo dovuto sopravvivere. Dovremo capire perché qui non eravamo competitivi. Zandvoort dovrebbe essere più adatta per noi come pista, mentre a Monza sarà avvantaggiata la Red Bull. Cercheremo di vincere a Zandvoort”.