F2, Spa-Francorchamps: de Vries in pole, disastro Latifi

Marco Di Marco
motorsport.com

Che tra Nyck de Vries ed il tracciato di Spa-Francorchamps ci fosse un feeling speciale era cosa nota. Il pilota olandese già lo scorso anno aveva dettato legge sul circuito belga conquistando pole, vittoria nella Feature Race e giro veloce ed anche oggi, dopo aver ottenuto il miglior riferimento al termine delle libere, si è ripetuto conquistando una pole d’autorità.

De Vries, dopo aver messo il proprio autografo in cima alla lista dei tempi al termine del primo stint, è tornato in pista per primo montando gomme nuove ed ha migliorato ulteriormente il proprio riferimento sino a fermare il cronometro sul tempo di 1’58’’304.

Il principale rivale dell’olandese in questa sessione non è stato Nicholas Latifi, come tutti immaginavano, ma Sergio Sette Camara. Il brasiliano della DAMS ha mostrato tutto l’elevato potenziale della monoposto del team francese chiudendo con 272 millesimi di ritardo da de Vries e facendo così crescere il rammarico in Nicholas Latifi.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il canadese, infatti, ha lamentato un eccessivo sottosterzo nel corso della fase iniziale del turno e quando è tornato in pista nei minuti conclusivi si è visto privare del proprio tentativo a causa della vettura di Sean Gelael finita contro le barriere.

La direzione gara ha immediatamente esposto la bandiera rossa per consentire ai commissari di rimuovere la Prema incidentata e questa decisione ha costretto Latifi ad un deludente 11° tempo.

La seconda fila vedrà scattare dalla terza casella un sempre solido Jack Aitken. Il pilota del team Campos ha pagato tuttavia un ritardo di 4 decimi dalla pole ma è riuscito a precedere un Matsushita decisamente rapido nel primo settore.

Il pilota del team Carlin ha pero peggiorato il proprio parziale al T2 vanificato poi ogni possibilità di conquista della prima arrivando lungo alla frenata della bus stop.

Il team Carlin ha brillato in questo turno grazie anche al quinto crono firmato Deletraz, mentre alle spalle dello svizzero si è piazzato un Mick Schumacher in grande sintonia con il tracciato belga.

Il vincitore della Sprint Race dell’Hungaroring ha chiuso il primo stint con un ritardo di poco superiore al decimo nei confronti di de Vries, mentre nel secondo tentativo ha trovato del traffico in pista che non gli ha consentito di migliorarsi chiudendo così con il crono di 1’59’’141 diventando anche il primo pilota a non infrangere la barriera del minuto e cinquantanove.

Sorprende il settimo tempo firmato Nikita Mazepin. Il russo, autore di una stagione sino ad ora disastrosa, è riuscito a riscattarsi in questa sessione ed ha perso la terza fila per un solo millesimo di ritardo da Schumacher.

Jordan King chiude la quarta fila con l’ottavo tempo, mentre la grande delusione di giornata è stato il team UNI-Virtuosi. Guanyu Zhou e Luca Ghiotto, infatti, hanno completato la top ten con il nono e decimo tempo.

L’italiano domani dovrà correre una gara tutta all’attacco per cercare di ridurre quanto meno il divario da Sette Camara in classifica.

1

Netherlands
Netherlands

Nyck De Vries

France
France

ART Grand Prix

8

1'58.304

 

 

213.132

2

Brazil
Brazil

Sergio Sette Camara

France
France

DAMS

8

1'58.576

0.272

0.272

212.643

3

United Kingdom
United Kingdom

Jack Aitken

Spain
Spain

Campos Racing

8

1'58.785

0.481

0.209

212.269

4

Japan
Japan

Nobuharu Matsushita

United Kingdom
United Kingdom

Carlin

8

1'58.832

0.528

0.047

212.185

5

Switzerland
Switzerland

Louis Délétraz

United Kingdom
United Kingdom

Carlin

8

1'58.910

0.606

0.078

212.046

6

Germany
Germany

Mick Schumacher

Italy
Italy

Prema Powerteam

7

1'59.141

0.837

0.231

211.634

7

Russian Federation
Russian Federation

Nikita Mazepin

France
France

ART Grand Prix

8

1'59.142

0.838

0.001

211.633

8

United Kingdom
United Kingdom

Jordan King

Netherlands
Netherlands

MP Motorsport

9

1'59.366

1.062

0.224

211.236

9

China
China

Guan Yu Zhou

United Kingdom
United Kingdom

UNI-Virtuosi

7

1'59.425

1.121

0.059

211.131

10

Italy
Italy

Luca Ghiotto

United Kingdom
United Kingdom

UNI-Virtuosi

7

1'59.614

1.310

0.189

210.798

11

Canada
Canada

Nicholas Latifi

France
France

DAMS

7

1'59.747

1.443

0.133

210.563

12

France
France

Giuliano Alesi

Italy
Italy

Trident

8

1'59.961

1.657

0.214

210.188

13

France
France

Anthoine Hubert

United Kingdom
United Kingdom

Arden International

7

2'00.005

1.701

0.044

210.111

14

Switzerland
Switzerland

Ralph Boschung

Italy
Italy

Trident

7

2'00.030

1.726

0.025

210.067

15

United States
United States

Juan Manuel Correa

Czech Republic
Czech Republic

Charouz Racing System

9

2'00.250

1.946

0.220

209.683

16

Indonesia
Indonesia

Sean Gelael

Italy
Italy

Prema Powerteam

6

2'00.327

2.023

0.077

209.548

17

Marino Sato

Spain
Spain

Campos Racing

10

2'01.185

2.881

0.858

208.065

18

India
India

Mahaveer Raghunathan

Netherlands
Netherlands

MP Motorsport

10

2'01.226

2.922

0.041

207.994

19

Colombia
Colombia

Tatiana Calderón

United Kingdom
United Kingdom

Arden International

8

2'03.224

4.920

1.998

204.622

20

United Kingdom
United Kingdom

Callum Ilott

Czech Republic
Czech Republic

Charouz Racing System

1

 

 

 

 

Guarda i risultati completi

 

Potrebbe interessarti anche...