Falez si candida a presidenza Fisi: 'Posso dare contributo importante'

(Adnkronos) - “Mi sono candidato perché ho intravisto l’opportunità di un cambiamento nella federazione. Ho valutato di poter dare un contributo importante con le mie caratteristiche professionali ma soprattutto con la mia capacità di gestire situazioni complesse”. Lo ha detto Alessandro Falez, a margine dell’evento di presentazione della sua candidatura alla presidenza della Fisi svoltosi al Crown Plaza di Roma. “La federazione che vedo io -ha continuato l’imprenditore romano- si rivolge alla base per creare una Fisi forte, moderna, aperta e soprattutto vincente. Per far questo ritengo che vada fatto un forte investimento sugli sci club e sui comitati che rappresentano la struttura fondante del nostro movimento”.

“Ho deciso di appoggiare la candidatura di Alessandro Falez a presidente della Fisi per la prospettiva di una federazione che condivida progetti, pensieri e discussioni, ossia quel che purtroppo non è stato fatto molte volte negli ultimi anni, e lo dico con rammarico da consigliere uscente”. Così Enzo Sima, candidato consigliere Fisi. “La Fisi ha una grossa connessione con il mondo della montagna -ha continuato Sima-. Quest’anno a un certo punto dell’estate nessun ghiacciaio in Europa era aperto: l’evoluzione del clima e dei i costi energetici sono elementi che cadono pesantemente sulla parte sociale della montagna e di conseguenza sulla Fisi. La Fisi è riconosciuta dal governo come strumento operativo, è bene che lo sia veramente. La Fisi è una grande azienda con quasi 40 min di fatturato: ha bisogno di innovare dal punto di vista tecnologico, del marketing e della comunicazione. C’è bisogno anche di una Fisi che pensi a come rinvigorire le attività giovanili”.