Serie B: la Procura indaga su Spezia-Parma, gli emiliani: "No irregolarità"

Goal.com
La Procura Federale ha aperto un fascicolo sulla partita decisiva per la promozione del Parma, gli emiliani: "Nessuna irregolarità o malizia".

Serie B: la Procura indaga su Spezia-Parma, gli emiliani: "No irregolarità"

La Procura Federale ha aperto un fascicolo sulla partita decisiva per la promozione del Parma, gli emiliani: "Nessuna irregolarità o malizia".

Lo scorso 18 maggio il Parma ha strappato la diretta promozione in Serie A, vincendo contro lo Spezia per 2-0 e sfruttando anche il pareggio tra Foggia e Frosinone. La partita degli emiliani, passata alla storia in senso positivo, potrebbe però (speriamo di no) rappresentare un grosso guaio per la società gialloblu. 

La Procura Federale ha infatti aperto un fascicolo sulla partita in questione, trovando soprattutto due elementi che non covincono gli investigatori. Ci sono infatti due sms 'dubbi', come riporta la 'Gazzetta dello Sport', inviati da due giocatori del Parma, Fabio Ceravolo ed Emanuele Calaiò, ai loro colleghi quattro giorni prima dell’incontro valido per l’ultima giornata di B.

I loro colleghi sarebbero Filippo De Col e Alberto Masi (il primo regolarmente in campo nel match sotto inchiesta, il secondo in panchina), ascoltati dalla Procura Federale nei giorni scorsi, insieme a due dirigenti dello Spezia, il il team manager Pinto e l’amministratore delegato Micheli.

Nei messaggi ci sarebbero stati riferimenti ambigui alla prestazione in difesa dello Spezia. Per adesso è impossibile sapere con esattezza il contenuto dei messaggi, visto che siamo ancora nella fase istruttoria e la Procura sta cercando di tenere tutto nascosto, prima di capire fino in fondo lo spessore del problema. 

Ceravolo e Calaiò sono stati interrogati ieri dalla Procura e ben presto sapremo cosa avranno detto agli investigatori. Al momento è tutto un punto interrogativo, ma se tutto dovesse andare nel peggiore dei modi, potremo essere di fronte ad un nuovo scandalo, con conseguente trasformazione della classifica di Serie B e quindi della promozione.

Intanto il Parma, proprio dopo la diffusione della notizia dell'indagine, ha diramato un comunicato sul proprio sito, chiarendo dei punti fondamentali per la pulizia e la trasparenza della società:

- "I calciatori Emanuele Calaiò e Fabio Ceravolo sono stati ascoltati ieri pomeriggio a Roma dalla Procura Federale. A entrambi è stato semplicemente chiesto conto di due messaggi di testo, inviati a loro ex compagni di squadra in forza allo Spezia nei giorni precedenti la gara. Il tenore dei testi di cui il Parma ha potuto prendere visione nelle ultime ore – e che non riportiamo esclusivamente per rispetto del lavoro degli organi che hanno il compito di approfondire l’accaduto – non contiene alcun tipo di irregolarità o malizia, come già chiarito dai nostri tesserati e come siamo certi verrà accertato anche dagli organi preposti".

- "Chi ha il compito di vigilare sulla correttezza di un campionato ha il diritto e il dovere di effettuare ogni tipo di verifica venga ritenuta necessaria. Per questa ragione ogni dirigente, tesserato o dipendente del Parma Calcio 1913 è a totale disposizione degli organi competentiqualora manifestassero la volontà di approfondire ogni aspetto che possa essere ritenuto utile".

- "In ultima istanza il Parma Calcio 1913 desidera rassicurare e tranquillizzare con forza i propri tifosi e nutre la massima fiducia sul fatto che quest’indagine certificherà ulteriormente come la terza promozione consecutiva – come le due precedenti – altro non è stata che un fantastico traguardo raggiunto grazie al lavoro, al sacrificio e all’esemplare correttezza della società e dei suoi tesserati".

Questo, infine, il pensiero riguardo la vicenda del presidente della Lega di B Mauro Balata: "Non ne so nulla, ho letto quello che c'è sui giornali - le sue parole a 'Radio Sportiva' - Non posso far altro che esprimere la massima fiducia nella giustizia sportiva e sperare che il tutto venga chiarito il più rapidamente possibile, altro non posso dire".

Potrebbe interessarti anche...