Fassone chiede un Milan unito: la bandiera sarà Baresi, conferma per Galli

Il Milan sta sconvolgendo il calciomercato estivo 2017 sfruttando lo spazio di azione derivante dalle regole del fair play finanziario Uefa.

Il tempo della diarchia Galliani-Barbara Berlusconi è finito, al Milan inizia una nuova era in cui tutti dovranno remare dalla stessa parte. Questo almeno è l'intento di Marco Fassone esposta venerdì durante un incontro con i dipendenti del club.

Secondo quanto scrive 'Il Corriere dello Sport', infatti, il nuovo amministratore delegato avrebbe chiesto unità d'intenti per ricostruire un Milan vincente come non si vede ormai da qualche anno.

E in tal senso vanno le nomine di Mirabelli come responsabile dell'area tecnica e di direttore sportivo, oltre a quella di Guagagnini come Chief Communications Officer.

Dopo il rifiuto opposto da Paolo Maldini qualche mese fa alla proprietà cinese la bandiera del nuovo Milan invece sarà Franco Baresi, già indicato nell'organigramma come 'Brand Ambassador'. Conferme in vista infine per il responsabile del settore giovanile Filippo Galli e il direttore dello scouting Bianchessi.

Intanto Fassone prepara anche il ritorno in Europa del Milan per il quale venerdì è stato ufficialmente presentato all'UEFA l'atto di accesso 'Voluntary Agreement', una sorta di autodenuncia sui conti che permetterà poi ai rossoneri di presentare un piano di rientro concordato.

Piano quadriennale che, come anticipato da 'La Gazzetta dello Sport', prevederà un primo anno di passività a causa degli importanti investimenti della nuova proprietà dai quali rientrare nei successivi tre anni per rimettere a posto i conti. E non solo quelli.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità