Festa a Foggia: dopo 19 anni i rossoneri tornano in Serie B

Dopo 19 anni conditi di delusioni, fallimenti e occasioni mancate, il Foggia è tornato in Serie B. Il racconto di una lunga corsa ad ostacoli.

Quasi un ventennio in terza e quarta serie: un'eternità, per chi ha vissuto l'epoca di Zemanlandia. Ma dopo 19 anni il Foggia può finalmente esultare: è di nuovo Serie B, matematica a tre giornate dalla conclusione del campionato di Lega Pro.

I rossoneri pugliesi hanno concluso al primo posto il Girone C: decisivo il pareggio per 2-2 ottenuto in casa del Fondi, mentre in contemporanea il Lecce secondo perdeva in casa contro il Messina. Bastava un punto agli uomini di Giovanni Stroppa, che non hanno fallito portando al delirio un'intera città. E pazienza se il doppio vantaggio firmato Maza-Mazzeo è stato rintuzzato dai padroni di casa.

La promozione, del resto, il Foggia se l'era già costruita nelle ultime settimane. Fondamentale, in particolare, il successo ottenuto lo scorso 19 marzo nel derby contro lo stesso Lecce, strapazzato con un netto 3-0 allo Zaccheria nella gara chiave dell'intera stagione.

Una gioia che cancella definitivamente la delusione di un anno fa, quando i rossoneri allenati allora da Roberto De Zerbi si erano arresi solo nella doppia finale playoff al Pisa: ad andare in B erano stati gli uomini di Gattuso, che quest'anno - complice anche una penalizzazione - sono però sempre più vicini all'immediato ritorno in Lega Pro. Ironia del destino.

Il Foggia torna dunque in Serie B a distanza di 19 anni dall'ultima volta: era il 1997/98 quando i pugliesi salutavano mestamente la seconda serie retrocedendo prima in C1 e poi in C2. Da lì, una serie di peripezie, compreso il fallimento del 2004. Quindi la lenta risalita, culminata con la grande gioia di Fondi.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità