Finale di Coppa Italia, Juve-Inter a Valeri e Orsato resta ancora a guardare: ma non è il miglior arbitro italiano?

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Un caso quanto meno strano. La finale della Coppa Italia 2021-2022 tra Juventus ed Inter in programma allo Stadio Olimpico di Roma mercoledì sera sarà diretta dal 44enne Paolo Valeri, uno dei decani tra gli arbitri della Serie A e da tempo internazionale. Ma la partita secca più importante dell'anno, dato che assegna un trofeo in maniera diretta, non dovrebbe essere gestita dal miglior arbitro d'Italia? La decisione di affidare la finale al fischietto romano e non a Daniele Orsato sta creando, anche su social, notevoli polemiche.

Perché? Meraviglia il fatto che l'arbitro di Schio, dopo aver arbitrato alla grande la semifinale di Champions League tra Real Madrid e Manchester City, non sia stato preso per niente in considerazione. Valeri sarà coadiuvato dai suoi assistenti Giallatini e Preti, il quarto uomo sarà l'arbitro emergente Sozza. al VAR Di Paolo e assistente VAR Abisso. Attenzione, non discutiamo un direttore di gara che in carriera ha diretto 200 partite di Serie A, parecchi incontri internazionali, la finale di Supercoppa 2021 Juventus-Napoli, è stato al VAR ai Mondiali 2018 e nella finale di Coppa Italia dello scorso anno.

Non si capisce però perché si sia preferito assegnare un "premio alla carriera" a un fischietto "anziano" quasi al passo d'addio in una stagione già costellata da polemiche arbitrali, tra l'altro tra due squadre da sempre rivali e sensibili in questo ambito come nerazzurri e bianconeri, invece di optare per il migliore sul campo, colui che è da tutti riconosciuto come l'arbitro con più personalità d'Italia. Danielo Orsato fu l'arbitro del famoso Inter-Juve dell'aprile 2018, match vinto 3-2 dai bianconeri, con il mancato rosso a Pjanic: da allora non aveva mai più arbitrato i milanesi per 4 anni, salvo tornare a dirigerli in questa stagione, nella gara di andata in Serie A tra Sampdoria e Inter, terminata 2-2.

Il "riscatto" definitivo, che sembrava il preludio al ritorno alla direzione anche dei big match dei nerazzurri: invece non sarà così nemmeno questa volta, il fischietto di Schio resterà ancora a guardare, dopo l'ammissione di colpe postuma relativa a quel derby d'Italia e dopo aver diretto solo Milan-Napoli tra i match scudetto in scena quest'anno. Per evitare polemiche, si sa mai. O forse per suscitarle?

@AleDigio89

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli