Finale di Coppa Italia: la top 11 combinata di Atalanta - Juventus

·5 minuto per la lettura

Il giorno della Finale di Coppa Italia è finalmente arrivato: oggi alle 21 scenderanno in campo Atalanta e Juventus per contendersi l’ambito trofeo. Ora più che mai i bianconeri hanno bisogno di vittorie sia per il morale, sia perché rischiano l’esclusione dalla Champions League, conquistata invece proprio dai bergamaschi. Ma questo non ha placato la loro sete di successi. E tanti giocatori tenteranno di mettersi in luce.

Di conseguenza andiamo a scoprire la Top 11 combinata di Atalanta e Juventus in vista della loro imminente partita.

1. Wojciech Szczesny

Wojciech Szczesny, portiere della Juventus | Marco Luzzani/Getty Images
Wojciech Szczesny, portiere della Juventus | Marco Luzzani/Getty Images

Nel probabile ultimo valzer dell’estremo difensore bianconero, Szczesny proverà a mantenere la porta inviolata. Del resto, lui non è un novellino di questa competizione: infatti vanta un titolo vinto, una finale giocata e una imminente. La vittoria riscatterebbe una stagione in chiaroscuro, nonostante lui abbia sempre dato tanto alla squadra, salvandola in varie occasioni. Insomma, sarebbe l'addio perfetto.

2. Juan Cuadrado

Juan Cuadrado, giocatore della Juventus | Jonathan Moscrop/Getty Images
Juan Cuadrado, giocatore della Juventus | Jonathan Moscrop/Getty Images

Velocità, dribbling, fantasia: tre aggettivi che descrivono al meglio Juan Cuadrado. Un giocatore dal calcio gioioso, la cui importanza non si vede solo nei numeri (che non sono esaltanti), ma nel modo in cui riesce a ubriacare le difese avversarie e a essere sempre decisivo nel momento del bisogno. Fondamentale in ogni squadra un calciatore come lui.

3. Matthijs de Ligt

Matthijs de Ligt, difensore della Juventus | Marco Luzzani/Getty Images
Matthijs de Ligt, difensore della Juventus | Marco Luzzani/Getty Images

Molto più abile a giocare di quanto lo sia nel vestirsi: i suoi compagni lo prendono in giro per questo. Ma lui pensa solo al campo. Anche perché l’adattamento al calcio italiano non è stato dei più semplici e, piano piano, sta capendo i suoi meccanismi. In patria è considerato uno dei migliori difensori al mondo. Lo ha dimostrato anche nel nostro campionato. E lo dimostrerà in futuro. Impossibile, dunque, non inserirlo in questa top 11.

4. Robin Gosens

Robin Gosens, difensore dell'Atalanta | Getty Images/Getty Images
Robin Gosens, difensore dell'Atalanta | Getty Images/Getty Images

Se de Ligt è impossibile da escludere, a maggior ragione Robin Gosens deve entrare nella top 11. Lasciarlo fuori sarebbe un delitto capitale. Decisivo e impenetrabile in difesa, creativo e imprevedibile in attacco, il difensore dell’Atalanta è pure un goleador: sono 11 le reti segnate in questa stagione. In più è il primo non attaccante della Dea a raggiungere la doppia cifra senza rigori. Senz’altro la Juventus deve tenere d’occhio uno dei terzini più devastanti d’Europa. O potrebbe finire male.

5. Ruslan Malinovskyj

Ruslan Malinovskyj, giocatore dell'Atalanta | Silvia Lore/Getty Images
Ruslan Malinovskyj, giocatore dell'Atalanta | Silvia Lore/Getty Images

Altro capolavoro di Gasperini, Malinovskyj è l’asso nella manica dell’Atalanta. 35 partite giocate in campionato con 8 reti e 12 assist, 2 in Coppa Italia con un goal. Praticamente, in quest’ultima competizione, è quasi una sentenza. I ritmi che sta tenendo, poi, sono da Top Player di livello europeo: Efficienza Tecnica al 96% e Fisica al 94%. Senza dimenticarci che è il primo giocatore dei nerazzurri capace di partecipare a una rete per 10 presenze consecutive in Serie A.

6. Adrien Rabiot

Adrien Rabiot, centrocampista della Juventus | Marco Luzzani/Getty Images
Adrien Rabiot, centrocampista della Juventus | Marco Luzzani/Getty Images

Come per de Ligt, l’impatto con il nostro campionato è stato difficile per Rabiot. Eppure, nelle ultime partite disputate il suo rendimento è cresciuti (seppur discontinuo): contro il Sassuolo ha siglato un goal e un assist. Rendendo asimmetrica la mediana del 4-4-2, Pirlo lo ha esaltato, puntando sulla corsa dove può sfruttare il suo strapotere fisico. Rabiot non deve palleggiare sotto pressione perché soffre, mentre incide quando parte in conduzione. L’Atalanta è avvisata.

7. Matteo Pessina

Matteo Pessina, centrocampista dell'Atalanta | Emilio Andreoli/Getty Images
Matteo Pessina, centrocampista dell'Atalanta | Emilio Andreoli/Getty Images

"Vincere la Coppa Italia sarebbe il coronamento del sogno di tutta Bergamo, nostro e della Società”. Lo ha detto a chiare parole Matteo Pessina che, con l’esclusione di Gomez, è diventato un elemento chiave dell’Atalanta e titolare inamovibile. A Verona segnava di più, ma aveva anche più libertà offensive. All’Atalanta deve pensare anche alla fase difensiva e così sta diventando un giocatore completo. Rendendolo perfetto per questa Top 11.

8. Federico Chiesa

Federico Chiesa, attaccante della Juventus | Jonathan Moscrop/Getty Images
Federico Chiesa, attaccante della Juventus | Jonathan Moscrop/Getty Images

L’avventura di Chiesa alla Juventus è iniziata male, con l’espulsione amara di Crotone e l’etichetta di traditore. Ma successivamente il giocatore si è preso la squadra sulle spalle, diventandone un trascinatore. Uno dei pochissimi a brillare sia in Italia che in Europa. In Serie A ha fatto 7 goal e 8 assist, in Champions 4 goal e 1 assist, in Coppa Italia 1 goal e 1 assist. Numeri che lo fanno entrare di diritto nella Top 11 di Atalanta-Juventus.

9. Paulo Dybala

Paulo Dybala, attaccante della Juventus | MB Media/Getty Images
Paulo Dybala, attaccante della Juventus | MB Media/Getty Images

Stagione difficile quella di Paulo Dybala. Gli infortuni, il Covid, gli spazi chiusi dai nuovi arrivi e la poca compatibilità sul campo con Ronaldo hanno contribuito a uno dei campionati peggiori della Joya. Solo quattro goal in diciannove presenze per lui in Serie A. Piano piano, però, sta tornando il Dybala di sempre. Ed è fondamentale con il suo estro, i dribbling e l’ottima tecnica per battere un’agguerrita Atalanta.

10. Luis Muriel

Luis Muriel, attaccante dell'Atalanta | Pier Marco Tacca/Getty Images
Luis Muriel, attaccante dell'Atalanta | Pier Marco Tacca/Getty Images

Luis Muriel era il grande talento incompiuto della Serie A. Del resto, il paragone era con quel Ronaldo che veniva soprannominato il Fenomeno. Insomma, niente pressioni giusto? Però la maturazione sembra essere arrivata anche per lui confermandosi ad alti livelli con una stagione semplicemente devastante: in 35 presenze in A ha segnato 22 goal e servito 9 assist. Basta questo dato per capire l’impatto del colombiano e il motivo per cui lo troviamo in questa top 11.

11. Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo | Marco Luzzani/Getty Images
Cristiano Ronaldo | Marco Luzzani/Getty Images

L’ultimo nome di questa top 11 è il più scontato di tutti ma proprio quello che non è possibile tenere fuori. Nonostante il suo acquisto avrebbe dovuto far fare il salto di qualità alla Juventus. Ronaldo il suo l’ha fatto anche in questa stagione, segnando tanti gol. Sfumati la Champions e lo Scudetto, resta solo la Coppa Italia. E finire una stagione con la sola Supercoppa Italiana non è esattamente da CR7.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli