Fiorentina, Bernardeschi non rinnova: Juventus, Inter e Chelsea pronte all'assalto

E' fatta per il trasferimento di Bernardeschi dalla Fiorentina alla Juventus: potrebbe essere lui il nuovo numero 10 bianconero.

Le possibilità che Federico Bernardeschi rinnovi il suo contratto con la Fiorentina che scadrà il 30 giugno 2019 sono decisamente risicate, diversamente da quello che si potesse pensare. Praticamente per cambiare le carte in tavola, servirebbe un colpo di scena, una svolta improvvisa che al momento non sembra essere per niente dietro l’angolo. Gli incontri tra la dirigenza e l’avvocato Bozzo, agente del talento Viola, sono stati molteplici nel corso degli ultimi mesi, eppure non è mai stata fatta quella proposta convincente che potesse rendere contento il calciatore.

C’è tempo certo, ma la sensazione in questo momento è che non ci sia la volontà da parte della Fiorentina di assecondare le richieste d’ingaggio fatte da Bozzo, considerate eccessive. Perché nonostante Bernardeschi abbia sempre dichiarato pubblicamente di voler rimanere alla Fiorentina, club che considera casa sua, ci sarebbe però l’ambizione da parte del calciatore di avvicinarsi almeno alle offerte economiche che gli sono state prospettate dalle squadre che si sono avvicinate a lui nell’ultimo periodo: Juventus, Inter, Chelsea e Milan.

D’altronde c’è un tetto ingaggi da rispettare. La Fiorentina dei Della Valle solo per Mario Gomez fece un’eccezione andando oltre i 3 milioni di euro netti d’ingaggio (tra l’altro con molti bonus all’interno). Generalmente però l’indicazione del club è quella di rimanere dentro ad alcuni parametri nei quali non venga superata la soglia dei 2, massimo due milioni e mezzo di euro. Cifra che verrebbe superata di gran lunga da tutte quelle società che sarebbero disponibili ad offrirgli un contratto lungo e ben più ricco.

Questo il problema, che la Fiorentina non riesce a superare nemmeno attraverso l’inserimento di una clausola rescissoria che in qualche modo sgraverebbe il club dalla responsabilità di aver ceduto il pezzo più pregiato uscito dal settore giovanile negli ultimi anni. Il fatto poi che i  rapporti tra il talento del ’94 e Paulo Sousa non siano idilliaci certamente non migliora la situazione o quantomeno la voglia del ragazzo di fare un passo verso il rinnovo.

Bernardeschi non gioca una partita intera da 90 minuti dal 22 dicembre scorso, quando con due gol e una prestazione eccellente contro il Napoli fece impazzire l’Artemio Franchi. Da quel giorno sono seguite tante sostituzioni e qualche panchina, l’ultima contro il Palermo per scelta tecnica ha fatto arrabbiare lui e ancora di più i tifosi, soprattutto quando al 25’ del secondo tempo, Sousa invece di inserire il numero 10, ha scelto di puntare sull’esordio del giovane sloveno Mlakar, classe ’98.

Forse l’unica possibilità che Bernardeschi possa pensare al rinnovo del suo contratto con la Fiorentina, potrebbe essere legata alla partenza dell’allenatore portoghese, scontata a fine stagione. Bisognerebbe capire se il futuro allenatore Viola possa avere la possibilità e il carisma per trattenerlo. Comunque  il problema economico rimarrebbe.


Ecco perché le pretendenti sono pronte all’assalto. C’è la Juventus in prima fila, che sarebbe pronta a fare un primo passo ufficiale con la Fiorentina. Poi Inter e Milan, infine il Chelsea, sempre molto interessate al ragazzo che il club Viola farà molta fatica a trattenere in estate. Finora i Della Valle non si sono mai resi disponibili ad iniziare una trattativa. Considerando però la situazione, è possibile che debbano iniziare a considerare qualche offerta, sempre che non vogliano decidere di percorrere la strada di rischiare di perdere il giocatore a costo zero.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità