Fiorentina, con Sousa sarà addio: il primo della lista resta Pioli

La Fiorentina ha battuto il Wolfsburg in amichevole, Pioli è soddisfatto della prestazione ma ricorda alla società che "mancano dei tasselli".

L'inattesa sconfitta interna arrivata nel derby tutto toscano contro l'Empoli ha, molto probabilmente, messo la parola fine sui sogni europei della Fiorentina, la cui stagione non può essere risultata positiva per ovvie ragioni.

Viola che hanno fallito tutti gli obiettivi stagionali, a partire dall'Europa League dove è arrivata una clamorosa eliminazione contro lo Schalke 04: sul banco degli imputati è finito inevitabilmente il tecnico Paulo Sousa, con cui a fine stagione sarà con ogni probabilità addio.

Secondo quanto riportato da 'Tuttosport', questi sono gli ultimi mesi sulla panchina del viola per l'ex tecnico del Basilea: per la sua sostituzione il favorito numero uno resta Stefano Pioli, anche se prima bisognerà capire le intenzioni della dirigenza dell'Inter.

Suning potrebbe confermare Pioli soltanto in caso di 4° posto o qualora non si riuscisse ad arrivare ad un top manager come Conte e Simeone: il futuro dell'ex Lazio è dunque tutt'altro che scontato e da Firenze osservano con estrema attenzione l'evolversi della situazione.

Oltre a Pioli restano in corsa Di Francesco, Simone Inzaghi, Mazzarri, Maran e Semplici, quest'ultimo grande protagonista con la SPAL che sta conducendo ad un'inimmaginabile promozione in Serie A.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità