Fiorentina-Inter fra campo e mercato: Skriniar, nuovi incroci con Vlahovic e Milenkovic

·1 minuto per la lettura

Milan Skriniar è il muro, ma anche l'ariete, dell'Inter. Il difensore slovacco, 26 anni, è andato a segno in entrambe le prime due giornate di campionato (contro Genoa e Bologna) giocate a San Siro. Dove è sempre più idolo del popolo nerazzurro, che vede in lui uno dei candidati ideali a raccogliere l'eredità di Handanovic come prossimo capitano della squadra (PARTECIPA AL SONDAGGIO DI CALCIOMERCATO.COM).

E pensare che, nell'ultima parte della prima stagione di Antonio Conte, aveva perso il posto da titolare a favore di Godin (ora al Cagliari). Tornando ancora più indietro nel tempo, c'è un altro flashback: 15 dicembre 2019, Skriniar non riesce a fermare Vlahovic, che segna il gol dell'1-1 nel recupero di Fiorentina-Inter.

Stasera allo stadio Franchi il difensore ex Sampdoria se la vedrà con un attaccante atipico: Saponara, con Nico Gonzalez pronto a entrare dalla panchina. Non sarà un compito facile, anche perché Italiano è un allenatore molto preparato, in grado di creare più di qualche grattacapo all'Inter già nella scorsa stagione quando era sulla panchina dello Spezia.

Interessante anche il duello a distanza con Nikola Milenkovic, entrato nel mirino dell'Inter quando si ipotizzava una cessione per Skriniar. Il serbo ha due anni in meno ma (così come lo slovacco) sa disimpegnarsi bene sia in una difesa a tre, sia in una linea a quattro oltre a farsi valere anche in zona gol. Entrambi sono in scadenza di contratto a giugno 2023, però hanno progetti differenti per il futuro: Milenkovic sogna il salto in una grandissima squadra, invece Skriniar si vede ancora a lungo nell'Inter. Magari con la fascia di capitano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli