Fiorentina-Italiano il matrimonio continua: manca la firma, ma si pensa già al mercato. Grillitsch e Dodò...

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Questa settimana doveva essere quella decisiva per definire il futuro di Vincenzo Italiano e soprattutto se ci fossero le basi per continuare il suo rapporto con la Fiorentina. Dopo alcune azzardate mosse di mercato, cessione di Vlahovic a gennaio e mancato riscatto di Torreira, e dopo le parole di qualche settimana fa di Rocco Commisso, che avevano aumentato i dubbi sul tecnico, in questi giorni doveva andare in scena il decisivo incontro tra allenatore e società per fare il punto sul futuro, e soprattutto per decidere se continuare ancora un’altra stagione insieme oppure separarsi anzitempo. Secondo quanto fatto filtrare dal club però in questi giorni non è in programma alcun faccia a faccia con Italiano ed il suo entourage. Nessun dramma però, le parti sono già da settimane in contratto per prolungare il contratto che lega il tecnico ai viola. LE RICHIESTE DI ITALIANO – Una delle principali richieste del tecnico è quella di avere rassicurazioni e garanzie contrattuali: non solo dal punto di vista economico ma soprattutto da quello della durata. Il contratto in essere va in scadenza a giugno 2023, anche se mantiene alla Fiorentina l’opzione di rinnovo sull’anno successivo. Non solo il mercato quindi tra le prerogative di Italiano che in questa stagione ha comunque dimostrato sul campo di saper tirare fuori il meglio da ogni giocatore messo a sua disposizione. Le ultime indiscrezioni testimoniano che da questo punto di vista le volontà di allenatore e società vadano sugli stressi binari: nei giorni scorsi sono stati tanti gli incontro con l’agente di Italiano Fali Ramadani, e sarebbe già pronta una bozza del contratto di rinnovo ma che ancora non è stata resa ufficiale. Si parla di un raddoppio dell’ingaggio con un prolungamento almeno fino al 2024 (con opzione sull’anno successivo). VIA AL MERCATO – Nonostante ancora il futuro del tecnico non sia chiaro al 100% la dirigenza viola ha gia iniziato a cercare profili utili e funzionali a questa squadra. La priorità degli ultimi giorni infatti è stata il calciomercato: oggi il primo summit tra Barone, di ritorno dagli Usa, Pradè e Burdisso. Le partenze di Odriozola e Torreira sono date ormai per assodate dalla Fiorentina, che ora sta stringendo per arrivare a chiudere il prima possibile due obiettivi ai quali sta lavorando da tempo: i profili più sondati sono quelli di Florian Grilltsch dell’Hoffenheim e quello di Dodò delo Shakthar. In arrivo anche novità in attacco. In vista della stagione del ritorno in Europa, che in caso di superamento del preliminare di Conference League costringerà spesso la Fiorentina ad avere tre partite in una settimana, Italiano ha richiesto un centravanti in grado di garantire i gol necessari ed aiutare Cabral nel suo personale percorso di crescita: i nomi più in voga al momento sono quelli di Belotti e Milik.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli