Fiorentina-Juve e derby di Milano, cori antisemiti dei tifosi bianconeri e dell'Inter. Esposto del Milan VIDEO

Vergogna al Franchi di Firenze e al Meazza di Milano, durante le partite di Serie A del weekend tra Fiorentina-Juve e Milan-Inter: "i viola non sono italiani, ma solo una massa di ebrei" e ancora "il viola è il colore che odio, il colore che odio di più, sterilizziamo le donne, così non ne nascono più", i terribili cori scanditi dal settore dello stadio che ospitava oltre un migliaio di sostenitori bianconeri, caso emerso il giorno dopo la partita grazie a un video diffuso sui social network, come riportato da Repubblica.

LA CONDANNA DELLE ISTITUZIONI - In giornata è arrivata la ferma condanna da parte del sindaco di Firenze, Dario Nardella: "Queste persone non sono degne di entrare in uno stadio per tutta la vita. Ora basta". Il primo cittadino ha commentato un tweet dell'assessora Sara Funaro: "Frasi vergognose e inaccettabili. Lo dico da donna e da ebrea. Quelli non sono tifosi, lo sport è disciplina e rispetto: chi ha intonato quei cori deve essere individuato e punito. La nostra memoria e le donne devono essere rispettate". Nel parterre della Curva Ferrovia, riservata ai tifosi viola, c'erano un uomo e un ragazzino con maglia e sciarpa del Liverpool, riferimento alla tragedia dell'Heysel, dove morirono 39 persone.

I CORI DEL DERBY E L'ESPOSTO DEL MILAN - Sempre grazie a un video pubblicato sui social network, si sono poi scoperti cori antisemiti intonati anche a San Siro durante il derby tra Milan e Inter. Un gruppo di tifosi interisti, riferendosi ai rivali rossoneri, ha cantato: "I campioni dell'Italia sono ebrei". Secondo quanto raccolto dalla redazione di Calciomercato.com, il club rossonero farà una segnalazione alla Procura per quanto riguarda i fatti in questione e ha commentato sui social con un laconico "Che tristezza", con annesso il video dei cori.