Fiorentina-Juventus 0-2: Madama è cinica, viola ko

Goal.com
Buone notizie dall'infermeria della Juventus: Alex Sandro e Bernardeschi hanno svolto lavoro col gruppo.

Sorriso Juventus: Alex Sandro e Bernardeschi in gruppo

Buone notizie dall'infermeria della Juventus: Alex Sandro e Bernardeschi hanno svolto lavoro col gruppo.

Massimiliano Allegri festeggia nel migliore dei modi le 200 panchine alla guida della Juventus. I bianconeri soffrono, a tratti in modo evidente, ma con esperienza e cinismo espugnano l'Artemio Franchi. Alla Fiorentina non bastano 45' sontuosi, tra il VAR protagonista e un legno che avrebbe potuto cambiare l'esito dell'incontro. Lasciano il segno Bernardeschi e Higuain. Il primo, l'uomo più atteso, supera un importante test di crescita. Il Pipita, dal canto suo, alimenta un momento personale a dir poco magico.

Nulla di nuovo rispetto alla vigilia. Pioli si affida al 4-3-3 con Gil Dias e Chiesa a supporto di Simeone. Stesso atteggiamento tattico adottato da Allegri che, per sostituire l'infortunato Matuidi, propone Marchisio come mezz'ala sinistra. Momenti duri per Bernardeschi già dal riscaldamento, grande ex dell'incontro, subissato da fischi e cori – di marca casalinga – non propriamente gentili. D'altronde, si sa, i tifosi viola nei confronti della Juventus nutrono un'antipatia particolare.

La partita inizia subito su un binario tosto, con conseguente enigma: prima Guida assegna un calcio di rigore per fallo di mano commesso da Chiellini, poi il VAR lo toglie. Baricentro alto e voglia di fare la partita. Ingredienti proposti nel primo tempo dalla compagine toscana che, per poco, non sfociano nel vantaggio.

Qui, però, è il palo a fermare l'ottima azione di Gil Dias. Nella ripresa, trovando la più classica rete dell'ex, Bernardeschi ottimizza magistralmente una punizione. Spianando ai campioni d'Italia, così, la strada verso il successo. La Fiorentina patisce il colpo e, con il trascorrere dei minuti, perde fiducia e convinzione. Musica per la orecchie di Higuain, raddoppio e tre punti d'oro in chiave lotta Scudetto.

I GOAL

56' BERNARDESCHI 0-1: Da una mattonella a lui congeniale, l'ex gigliato fulmina inesorabilmente Sportiello. Esultando e, soprattutto, regalando un dispiacere nel dispiacere al popolo viola.

86' HIGUAIN 0-2: Sul filo del fuorigioco, con un movimento da campione, il Pipita si ritrova agevolmente davanti all'estremo difensore viola. E per lui è un gioco da ragazzi chiudere la partita a tripla mandata.

I MIGLIORI

FIORENTINA: GIL DIAS

Il più pericoloso dei viola. Nel primo tempo prende un palo clamoroso e conquista un rigore, poi tolto dal VAR per fuorigioco.

JUVENTUS: BERNARDESCHI

Inizialmente patisce l'accoglienza poco felice - eufemismo - riservatagli dalla sua ex tifoseria. Successivamente, però, si riscatta. Determinante. 

I PEGGIORI

FIORENTINA: SIMEONE

Praticamente non pervenuto, e poco servito.

JUVENTUS: KHEDIRA

È la classica giornata in cui il tedesco ha poca birra. Si limita a gestire. I ritmi di gara, per sua fortuna, gli consentono di limitare i danni.  

Potrebbe interessarti anche...

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità