Fiorentina-Napoli 0-2, Insigne e un autogol allontanano la Juve: Champions vicinissima

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Stavolta Firenze non è "fatale" per il Napoli che, vincendo 2-0 con la Fiorentina, vede la Champions e tiene a distanza la Juve.

Il saluto tra Gattuso e Iachini | Gabriele Maltinti/Getty Images
Il saluto tra Gattuso e Iachini | Gabriele Maltinti/Getty Images

Napoli propositivo sin da subito e già al 2' l'azione personale di Politano sulla destra produce una punizione pericolosa nei pressi della bandierina: batte Zielinski che trova Bakayoko sul secondo palo, ma il mediano manda a lato di testa. Passano 9' e gli azzurri si costruiscono una doppia azione. Bravissimo Osimhen a portare palla e servire al centro per la botta di Zielinski, poi ci prova Ruiz: Terracciano attento due volte. Sul ribaltamento di fronte Vlahovic firma il vantaggio di testa, ma viene annullato per un netto offside.

Vlahovic e Rrhamani | Gabriele Maltinti/Getty Images
Vlahovic e Rrhamani | Gabriele Maltinti/Getty Images

Al 19' secondo inserimento aereo su corner per Bakayoko che stavolta ci va più vicino, ma non centra il bersaglio di poco. Alla mezz'ora pericolosissimo contropiede Fiorentina condotto da Ribery che, invece di servire Vlahovic, calcia debolmente tra le braccia di Meret. Passano 2' e Insigne ha la chance su punizione quasi dal limite: il pallone si stampa sulla traversa.

Insigne dopo il gol dello 0-1 | Gabriele Maltinti/Getty Images
Insigne dopo il gol dello 0-1 | Gabriele Maltinti/Getty Images

Nella ripresa subito l'episodio chiave della gara: al 54' Milenkovic trattiene in area Rrahmani, ma Abisso lascia correre prima di venire richiamato dal VAR e concedere il rigore al Napoli. Dal dischetto va Insigne che si fa respingere il tiro da Terracciano, ma poi sulla ribattuta insacca il gol che vale lo 0-1. Subito dopo azione letteralmente strepitosa di Ribery che si porta appresso tutto il Napoli, ma viene fermato a pochi passi da Meret. La Viola prova a riprendersi il pari e ci prova Bonaventura dalla distanza: parata agevole del portiere azzurro. Al 63' però è Insigne a centrare il secondo palo.

Zielinski dopo lo 0-2 | Gabriele Maltinti/Getty Images
Zielinski dopo lo 0-2 | Gabriele Maltinti/Getty Images

Passano 4' e il Napoli raddoppia: lo 0-2 nasce da una meravigliosa apertura di Osimhen per Insigne, con il capitano azzurro che scarica a Zielinski. Il polacco calcia ed è la deviazione di Venuti a spiazzare Terracciano e mandare in rete un pallone che altrimenti sarebbe finito fuori. Da qui per il Napoli è controllo fino al fischio finale, per una vittoria che avvicina ancora di più l'obiettivo Champions.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli