Fiorentina, Paulo Sousa: "Futuro? Penso al presente. Bernardeschi ha dolore alla caviglia"

Paulo Sousa conferma l'assenza di Gonzalo Rodriguez in Fiorentina-Empoli: "E' importante per noi, ma dobbiamo giocare senza paura".

La Fiorentina, dopo la vittoria contro il Cagliari, vuole altri tre punti per cercare una difficile rincorsa alla zona Europa League. In conferenza stampa, per presentare il match contro i calabresi del Crotone, è intervenuto come di consueto il tecnico portoghese Paulo Sousa.

Prima però sono arrivate le parole del direttore sportivo Pantaleo Corvino. "Sono presente qui oggi perchè quando non si raggiungono certi obiettivi è giusto fare delle analisi. Dopo essere stati eliminati in Coppa Italia ed in Europa League c'è rimasto solamente il campionato: mancano 10 giornate ed abbiamo 7 punti di svantaggio. Insieme a tutti le componenti dobbiamo dare del nostro meglio per cercare di raggiungere questo ultimo obiettivo che ci è rimasto. Forse è stato commesso qualche errore, ma di sicuro tutti hanno dato il massimo delle loro possibilità. Adesso proviamo a fare l'impossibile".

Esternazione con le quali Sousa si trova perferttamente d'accordo, aggiungendo che la situazione di classifica della sua squadra è anche dovuta al livellamento verso l'alto dell'attuale Serie A. "Il direttore ci ha caricato. Il livello del campionato italiano è in aumento. Ci sono 30 punti da poter conquistare, intanto iniziamo da quelli di domenica contro il Crotone".

Qualche indicazione sulla formazione che scenderà in campo. "Chiesa e Tello insieme sugli esterni? Già in passato abbiamo dato dimostrazione di poter giocare in maniera offensiva, possiamo farlo anche in futuro. E' chiaro però che bisogna anche avere certi equilibri. Dobbiamo inoltre essere più concreti in zona goal. La squadra la vedo molto concentrata. Bernardeschi ha un po' di dolore alla caviglia, è una situazione che lo limita molto. Per Chiesa la convocazione con l'Under 21 è una grande possibilità di crescita".

Come di consueto nessuna novità riguardo quello che potrebbe essere il suo futuro, visto il contratto in scadenza nel giugno del 2017. "Sono concentrato solamente sulla Fiorentina. Da quando sono qui faccio il massimo per aiutare la squadra ad esprimersi al meglio, la valutazione su cosa eventualmente non è andato nel corso della stagione la faremo successivamente".

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità