Fiorentina, Sousa in ansia per Kalinic: "Aveva molto dolore..."

Paulo Sousa si sofferma sull'infortunio di Kalinic ("Ha preso una botta, valuteremo") e dribbla il tema futuro: "Le voci non condizionano la squadra".

La Fiorentina batte di misura il Bologna e ringrazia il match winner Babacar, subentrato nell'intervallo a Kalinic, infortunatosi verso il finire del primo tempo. Un problema all'anca, quello accusato dal croato, che non riusciva a correre: inevitabile il cambio, rivelatosi poi fortunato.

A fine gara Paulo Sousa, ai microfoni di 'Premium', commenta così il ko di Kalinic: "Penso sia stata una botta, la valuteremo. Il ragazzo aveva molto dolore". L'allenatore commenta positivamente la prestazione dei suoi: "Le voci sul mio futuro non condizionano la squadra. I ragazzi hanno sempre dimostrato, in allenamento e in partita, di essere concentrati solo sul campo e spero che sia così fino alla fine".

E' una Fiorentina che può e deve migliorare in fase conclusiva: "Abbiamo creato tanto e potevamo anche vincere con un risultato più ampio - sottolinea Sousa - Lavoriamo per aumentare la nostra concretezza sotto porta: creiamo un grande volume di occasioni, dobbiamo migliorare nelle percentuali realizzative".

Inevitabili le ormai consuete domande sul futuro, prendendo spunto da quanto dichiarato ieri in conferenza-stampa: "Non voglio parlare di queste cose perché è appena il 2 aprile - spiega Sousa a 'Sky' - Cerco di essere sempre chiaro, ma non sempre si può essere trasparenti al 100%, quando l'ho fatto sono stato penalizzato e dunque non ne vale la pena. La proprietà ha sempre saputo qual è il mio pensiero".

Arriva poi la giusta celebrazione di Babacar: "Sta avendo i suoi spazi, sta crescendo molto e sono sicuro che diventerà molto forte. Mai come quest'anno sto vedendo in lui la voglia di allenarsi al meglio".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità