Fiorentina, Sousa non si sbilancia: "Futuro? Ne parleremo a fine stagione"

Accostato al Milan in caso di esonero di Montella, Paulo Sousa si dirige verso la Cina: può prendere il posto di Cannavaro al Tianjin Quanjian.

Vigilia importante per la Fiorentina che domani sfiderà al 'Franchi' l'Inter, reduce a sua volta dalla delusione maturata negli ultimi secondi per il pareggio nel derby contro il Milan: per i viola si tratta di ultimissima chance per raggiungere un posto nella prossima Europa League, ipotesi allontanatasi ulteriormente dopo l'inatteso ko interno contro l'Empoli.

Tra i maggiori colpevoli per questa annata negativa figura sicuramente il tecnico Paulo Sousa, che in conferenza stampa ha preferito non esporsi troppo: "E' giusto che a parlare del mio futuro sia la società. C'è ancora tempo per farlo, valuteremo tutta la situazione quando la stagione sarà finita. Dimissioni? Penso solo al presente".

"Non so cosa dire su un eventuale rinnovo - ha spiegato il portoghese - sono concentrato solo sul campo. Non ho parlato con la dirigenza dopo l'ultimo ko. Pioli? Lo ritengo un tecnico bravissimo ma non sta a me dire se sia adatto o meno per la panchina della Fiorentina".

Contro l'Inter ci sarà da sudare: "E' un'avversaria di grande qualità, vorrà vincere come noi per riscattarsi. La sconfitta contro l'Empoli non può averci soddisfatto, anche se c'è da dire che la gara l'avevamo preparata nel migliore dei modi. Gonzalo? Vedrete domani se farà parte dei convocati oppure no".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità