Florentino Perez: 'La Superlega salverà il calcio. Ceferin, insulti ad Agnelli inaccettabili! Su Roma e Napoli...' VIDEO

·4 minuto per la lettura

Florentino Perez, presidente del Real Madrid e, soprattutto, in questi giorni concitati, numero 1 della nuova Superlega appena nata, dice la sua a Chiringuito Tv sulla prossima competizione europea fatta solo di top club: "Molti club importanti in Spagna, Italia e Regno Unito si trovano in una situazione finanziaria pessima. L'unico modo è giocare partite più competitive. La Superlega a differenza della Champions, aiuta i club a recuperare i guadagni persi. Qui al Real Madrid abbiamo perso molti soldi, stiamo attraversando una situazione molto brutta. Quando non c'è profitto, l'unico modo è giocare partite più competitive durante la settima. La Superlega salverà finanziariamente i club".

L'EVOLUZIONE - "Il calcio deve evolversi come ogni cosa nella vita. Il calcio deve adattarsi ai tempi in cui viviamo adesso. Il calcio sta perdendo interesse, i diritti televisivi stanno diminuendo. Volevamo fare la Superlega, la pandemia ci ha dato urgenza: ora nel calcio siamo tutti rovinati. Il calcio deve cambiare per essere più attraente a livello globale. All'epoca, nel 1950, Fifa e Uefa erano contrarie alla Champions League. Ma è così che è cambiato il calcio... La cosa attraente nel calcio è giocare tra i grandi club, aumenta il valore per la televisione e genera più entrate. Non sono solo i ricchi che vogliono la Superlega, lo stiamo facendo per salvare il calcio in un momento critico. Diventerà una piramide perché noi grandi club avremo più soldi e potremo investirli comprando giocatori... Se i grandi club perdono i loro soldi come sta accadendo, l'intero sistema calcistico crolla. Come con la Champions".

LA SUPERLEGA - "Non è un campionato chiuso, non è assolutamente vero. Chi si guadagnerà i cinque posti disponibili potrà giocare con le altre migliori squadre del mondo".

LA UEFA - "Parleremo con la Uefa come abbiamo detto nel comunicato. Dobbiamo discutere con la Uefa i 5 posti a disposizione nella Superlega. La Uefa ha lavorato al nuovo formato della Champions, ma sinceramente non lo capisco. Vogliamo salvare il calcio. La Uefa è un monopolio ma deve essere più trasparente. Vogliamo salvare il calcio per i prosismi 20 anni, è in un momento di grave pericoli. Se vinci, ricevi da 120 a 130 milioni dalla Uefa, ma con la Superlega guadagneremo molto di più".

I GIOCATORI - "I giocatori banditi dalle competizioni internazionali e dalle nazionali? Non succederà. Non saranno banditi se si uniscono alla Superlega. Squadre sospese dalle semifinali di Champions ed Europa League? Impossibile. Te lo assicuro al 100%".

LE SQUADRE - "Anche in Premier League se i top club sono economicamente più forti fanno diventare di conseguenza gli altri più forti. Vogliamo dialogare con la Uefa come abbiamo già proposto. Il Psg non è stato invitato, ad oggi. Non abbiamo nemmeno parlato coi club tedeschi. Ora siamo 12 club, vogliamo diventare 15 club. Se Psg e Bayern si rifiutano, la Superlega non verrà annullata. Questa è una stronzata. I 15 club fondatori sono quelli che contano di più in termini di intrattenimento. Altri come il Napoli e la Roma avranno la possibilità di essere in competizione un anno o l'altro e poi vediamo. Questa Superlega non è per ricchi, ma è per salvare il calcio. Se si continua così, il calcio scomparirà ed entro il 2024 saremo già morti. Questo è l'unico modo per salvare tutti i club: grandi, medi, piccoli".

SU CEFERIN - "Il presidente Ceferin ha insultato Andrea Agnelli, non è possibile. E' pazzesco parlare così di un presidente di un club mondiale come la Juventus, è qualcosa di inaccettabile, la Uefa deva cambiare, non vogliamo un presidente che insulti gli altri presidenti".

SU BORIS JOHNSON - "Ha detto che farà di tutto per annullare la Superlega perché gli hanno spiegato che sparirà la Premier: è falso, non è vero. Tutto tornerà alla normalità".

LA NUOVA CHAMPIONS - "Il nuovo formato per il 2024 è qualcosa di assurdo. Non ho alcun interesse personale a farla. Il Barcellona? Sta attraversando una situazione economica difficile, Laporta ha capito e accettato subito come tutti i grandi club del mondo. Questa Superlega salverà l'intero mondo del calcio".

IL PSG - "Non abbiamo ancora invitato il Psg, parleremo con molti club e gli spiegheremo il progetto. Se il Bayern si rifiuta di entrare non si cancella. Assumeremo anche alcuni dei migliori arbitri del mondo".

IL CONTRATTO - "Il contratto della Superlega è vincolante, nessuno può andarsene, lavoreremo tutti insieme. Sabato scorso tutti i club hanno firmato i contratti, nessun problema".

GLI STIPENDI - "Perché gli stipendi di Uefa e Liga non sono pubblici? Perché gli stipendi non sono stati ridotti come tutti gli altri durante la pandemia? Serve più trasparenza. Tutti conosciamo lo stipendio di LeBron James ma non quello del presidente della Uefa".

LA PARTENZA - "Se potremo iniziare la Superlega ad agosto lo faremo. Faremo del nostro meglio per farla iniziare quest'anno. Vogliamo raggiungere un accordo con la Uefa e le altre parti coinvolte. Ne parleremo con Uefa, Fifa e non solo. Se non troveremo un accordo con la Uefa, non torneremo indietro. Se vogliono aspettare il 2024 per fare la riforma, possono aspettare. Non stiamo aspettando nessuno perché noi abbiamo bisogno della Superlega. Se i giovani trovano le partite di calcio troppo lunghe potrebbe essere perché non sono abbastanza interessanti... o forse dovremmo accorciare le partite di calcio".