Florenzi: 'Italia con più qualità del 2016. Mou? Mercato dopo gli Europei. Vaccino una fortuna...'

·3 minuto per la lettura

Meno tre. Si avvicina sempre più l'esordio dell'Italia a Euro2020: venerdì, alle 20.45, gli azzurri sfidano la Turchia. A Coverciano, intanto, parla in conferenza stampa Alessandro Florenzi: "​Sto benissimo. Attesa? Vivo notti diverse da quelle di 5 anni fa, ma sono molto voglioso di giocare questi Europei dopo tanto tempo. Ci stiamo preparando al meglio, siamo molto carichi".

SUL RITORNO ALL'OLIMPICO - "La gente è una cosa che manca a tutti: sono sempre pochi, anche se sono 15.000 mila in uno stadio da 80.000. Sarà una bella emozione, è un campo che mi ha visto crescere e mi ha dato tanto. Speriamo di fare una bella prestazione e una bella vittoria per iniziare questo cammino".

SULLA FRANCIA - "Hanno il giocatore più forte del torneo, sì. L'ho visto tutto l'anno (Mbappè, ndr): sono i favoriti, lo dice soprattutto il Mondiale vinto. Ma vincere non è scontato e non è facile, specie in una competizione dove sono i dettagli a fare la differenza. Sono forti, ci sono altre nazionali forti che possono insidiarla. Tra quelle ci siamo anche noi: sarà dura, ci sono tante squadre pronte a darsi battaglia".

SULLO SLITTAMENTO DI UN ANNO - "Ho un anno di esperienza internazionale in più. Ho vissuto veramente un bel periodo: non solo io, ma tanti di quelli che sono io. Penso alla Roma arrivata in semifinale, all'Inter che ha fatto grandi partite nel suo girone. E poi la conoscenza tra di noi, penso lo si veda in campo: ora si inizia a fare sul serio, dobbiamo fare una grande gara e mettere tutto quello che abbiamo. Non vediamo l'ora di scendere in campo. Questo è un gruppo simile a cinque anni fa, secondo me c'è più qualità. Però tutto questo devi dimostrarlo, perché se esci al girone, hai fatto peggio del 2016. Adesso sta a noi dimostrare tutto".

SULL'ESSERE VACCINATI - "Siamo stati privilegiati, ma non voglio immaginare cosa sarebbe successo se ci fosse stato un positivo come Busquets per la Spagna. Grazie alle istituzioni che hanno fatto sì che potessimo giocare un Europeo in sicurezza".

SUL PSG - "Donnarumma? Nessuno deve dargli consigli, la vita è sua, così come il lavoro e le decisioni. Sceglierà la cosa migliore per il futuro. Il Psg quest'anno mi ha insegnato tante cose, sono entrato in uno spogliatoio di personalità forti. Sono un giocatore migliore e so di essere forte".

SULLA TURCHIA - "Hanno giocatori forti e bravi, Yilmaz purtroppo ha fatto una stagione molto buona. Sono ben organizzati, abbiamo iniziato a studiarli. Sappiamo come fargli male, abbiamo tanta voglia di iniziare. Yilmaz? Abbiamo fatto un video, la Turchia è la squadra che ha tirato più da fuori. Dovremo stare attenti, c'è anche a Calhanoglu specialista sulle punizioni".

SUL FUTURO - "Dopo la Nazionale vado in vacanza...".

SUL MERCATO - "Non mi condiziona. Non leggo nulla, sono cresciuto. Prima leggevo anche quello che scriveva il vicino sotto casa, faremo le valutazioni dopo l'Europeo".

SU CONTE E MANCINI - "Hanno modi di lavorare diversi, in campo e fuori. Non significa che non arrivano all'obiettivo, per vincere non c'è una sola via. Con Conte facevamo due allenamenti al giorno, ora no".

SU MOURINHO - "Non ci ho pensato, ci penserò più avanti".

SU DE ROSSI - "Non dico cosa penso del suo futuro, è scaramantico...Ha tutto per diventare un grandissimo allenatore, parlo anche di empatia. E' qualcosa in più che fa più della tattica. Spero diventi presto allenatore, essere allenato da lui sarebbe davvero fico. Però vediamo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli