Fofana e Cornet 'tradiscono' la Francia: sì alla Costa d'Avorio

Udinese e Sampdoria hanno cominciato il campionato in maniera antitetica: in crisi i bianconeri, al top i blucerchiati.

Dopo una Coppa d'Africa malamente conclusa con l'eliminazione ai gironi, in Costa D'Avorio è il momento di ricostruire. Nuovo commissario tecnico, il belga Marc Wilmots, e due nuovi giocatori 'strappati' alla Francia: Seko Fofana e Maxwell Cornet.

Il giovanissimo centrocampista dell'Udinese, che nel 2012 aveva disputato 6 partite con la nazionale Under 21 transalpina agli Europei di categoria, ha scelto di cambiare bandiera e di giocare per gli Elefanti. Ne ha tutto il diritto: è nato a Parigi 21 anni fa, ma ha origini ivoriane. Le immagini delle sue belle prestazioni in maglia bianconera sono arrivate fino alla sua terra.

"La nazione mi chiama - ha scritto su Twitter Fofana, fuori dai campi fino al termine della stagione a causa della frattura del perone rimediata qualche settimana fa - oggi sono felice e fiero di annunciarvi che rappresenterò gli Elefanti".

Come lui anche Cornet, gioiello del Lione, visto in campo anche contro la Roma in Europa League: a differenza di Fofana è nato in Costa d'Avorio, salvo trasferirsi da piccolo in Francia, la cui maglia ha vestito nelle selezioni Under 17, Under 19 e Under 21. "La scelta del cuore", la definisce lui.

Ma non è finita qui: secondo 'L'Equipe' il prossimo a 'tradire' la Francia per giocare con la Costa d'Avorio potrebbe essere Tiemoué Bakayoko, il talento del Monaco già nelle mire di mezza Europa. Chiamato da Deschamps e in campo la scorsa settimana contro la Spagna, anche lui è attratto dalle sirene provenienti da Abidjan: seguirà l'esempio di Fofana e Cornet?

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità