Fognini squalificato a Barcellona, Barazzutti: "Insultava se stesso"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Le parolacce erano rivolte verso se stesso e non verso l'arbitro. Corrado Barazzutti commenta così all'Adnkronos la squalifica subita ieri da Fabio Fognini al torneo Atp 500 di Barcellona durante il match di 2° turno con lo spagnolo Roberto Carballes Baena per "verbal abuse". "Ho sentito Fabio e dice di non aver detto nulla all'arbitro e che le parolacce proferite fossero rivolte a se stesso perché stava giocando male. Io credo alle sue parole perché Fabio ha tanti difetti ma è un ragazzo sincero. Immagino che ci sia stato un malinteso e l'arbitro ha pensato che gli insulti fossero rivolti a lui", dice l'ex capitano azzurro di Coppa Davis ed ex allenatore del ligure che aggiunge: "E' chiaro che Fabio paga una cattiva nomea che si è fatto nel corso degli anni. Non c'è dubbio che in passato abbia fatto cose sbagliate e ora è tenuto particolarmente d'occhio dall'Atp che non gliene fa passare più una. Rischia una squalifica? Non credo penso che finisca con una multa ma non ne sono completamente sicuro".