Fonseca: "Non è Ibra contro Dzeko, io mi tengo il mio"

Adx
·1 minuto per la lettura

Roma, 25 ott. (askanews) - "Non è una partita contro Ibrahimovic, ma contro il Milan. Non preparo le gare pensando a un solo giocatore. Ibra sicuramente è un grande professionista sennò non giocherebbe così a 39 anni, ma non lavoro tutti i giorni con lui. Posso dire che Edin è importante per noi ed è motivato". Paulo Fonseca inquadra così la sfida che la sua Roma porterà al Milan domani a San Siro. "Abbiamo creato un'identità forte, gli ultimi risultati sono stati positivi e sono una dimostrazione che siamo tutti in armonia, motivati e con fiducia - continua - Il Milan è in un grande momento e l'allenatore sta facendo un buon lavoro, ma anche noi lo siamo. La Roma dimostrerà che giocherà per vincere". "Playoff o playout? Credo che possiamo finire così, ogni squadra sta lavorando in modo responsabile. Sono preoccupato della situazione in generale. Dobbiamo rispettare tutte le norme, è un momento difficile, dobbiamo dimostrare buon senso". Per Fonseca sono due le candidate per il titolo: "Juve e Inter. E poi ci sono altre squadre che possono fare un bel campionato. Ma quello che è successo nelle prime partite è una dimostrazione di equilibrio del campionato. Giocare con il primo o l'ultimo è sempre difficile".