Fonseca: "Non abbiamo la mentalità per giocare contro le grandi squadre"

Omar Abo Arab
·2 minuto per la lettura

Ennesimo ko in uno scontro diretto per una Roma battuta 2-0 dal Napoli all'Olimpico senza appello. Una (brutta) gara che Paulo Fonseca, tecnico giallorosso, ha commentato così ai microfoni di Sky Sport.

Cristante e Ibanez | Paolo Bruno/Getty Images
Cristante e Ibanez | Paolo Bruno/Getty Images

Qual è la spiegazione per queste sconfitte?
“Non abbiamo la mentalità per giocare con questo tipo di squadre, ho visto una squadra che nel primo tempo non ha avuto coraggio, mentre nella ripresa ho visto un’altra squadra. Nella ripresa è stata una partita diversa, nel primo tempo non siamo esistiti perché non abbiamo avuto coraggio”.

Di chi è la responsabilità?
“Di tutti, lo siamo tutti. Se abbiamo paura di giocare, è difficile. Nella ripresa abbiamo dimostrato di saper fare qualcosa, non possiamo entrare con questa paura, questa è stata la differenza”.

Pau Lopez sul gol dell'1-0 | ALBERTO PIZZOLI/Getty Images
Pau Lopez sul gol dell'1-0 | ALBERTO PIZZOLI/Getty Images

Ne uscite ridimensionati?
“Se la squadra non ha giocato come nella ripresa, devo cercare una spiegazione. Nella ripresa il Napoli non ha creato molto, abbiamo giocato sempre in attacco con un altro atteggiamento, se ci manca questa mentalità è difficile”.

L’atteggiamento è cambiato perché eravate sotto 2-0…
“Ma perché non possiamo entrare così dall’inizio? Dobbiamo sempre aspettare di prendere gol?”.

Perché succede questo?
“È una questione di atteggiamento, nel primo tempo non ho visto la squadra che voleva giocare, ha aspettato troppo e non aveva linea di passaggio. Nella ripresa è cambiato tutto, per me è una questione di atteggiamento. Non dico di non essere responsabile, ma è così”.

La delusione di Borja Mayoral | Silvia Lore/Getty Images
La delusione di Borja Mayoral | Silvia Lore/Getty Images

Vi confrontate nello spogliatoio?
“Non è facile pressare alto questo Napoli, però è difficile spiegare perché non possiamo fare le stesse cose durante la partita. Non battere le grandi squadre crea ansia, però solo noi possiamo cambiare questo. Possiamo anche perdere lo stesso, però dobbiamo avere un altro atteggiamento, abbiamo giocato senza coraggio”.

Roma in difficoltà in mezzo al campo?
“Penso che il principale problema del primo tempo è che abbiamo lasciato la palla arrivare nel corridoio destro, Mario Rui riceveva la palla e noi eravamo obbligati ad abbassarci. Loro hanno avuto spazio per girarla, non è stata una partita con opportunità, non siamo stati aggressivi nel corridoio”.

Si rimprovera qualcosa nella preparazione di questo tipo di partite?
“Non abbiamo avuto tempo per preparare questa partita, l’abbiamo preparata in un giorno solo. È compito mio preparare le partite, magari qui ho una mancanza, ma abbiamo bisogno di capire che contro questo tipo di squadre, se non abbiamo coraggio, diventa tutto più difficile. Magari manco anche io in questi momenti”.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A.