Formula E: il tracciato del Messico è stato rivisto ed allungato

Alex Kalinauckas
motorsport.com

Quando è stato redatto il calendario 2019-2020 della Formula E l’evento del Messico era stato programmato per disputarsi il 15 febbraio nonostante l’attesa dell’omologazione del circuito da parte della FIA.

Questa omologazione si è resa necessaria per modificare la lunghezza del circuito che deve essere aumentata a seguito dell’incremento di 2 vetture in griglia dopo l’ingresso in campionato della Porsche.

Anche l'appuntamento di Hong Kong, che doveva essere inserito nel calendario 2019-20, ha ricevuto lo stesso avvertimento prima di essere annullato a seguito dei disordini civili che hanno colpito la città negli ultimi mesi.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Diverse fonti hanno indicato a Motorsport.com che il nuovo layout del circuito di Città del Messico adotterà una sezione maggiore del tracciato che ospita la Formula 1.

Le prime tre curve rimarranno le stesse, ma sarà presente una nuova curva a sinistra che porterà ad una nuova sezione del tracciato che confluirà nel layout utilizzato per la Formula 1.

Stando a quanto appreso, saranno quindi inserite quattro o cinque nuove curve che comporteranno un aumento della lunghezza del tracciato della Formula E. La parte finale confluirà come sempre nella sezione dove è presente lo stadio.

Proprio in quest’ultima sezione è stata rimossa la chicane che nel 2019 ha visto decollare Nelson Piquet jr in un incidente che ha visto coinvolti anche Jean-Eric Vergne ed Alexander Sims.

Questa decisione è in linea con la volontà della Federazione e della Formula E di eliminare queste chicane per ridurre il numero di incidenti accaduti nella passata stagione e che hanno condotto a diverse interruzioni con bandiera rossa.

Stando a quanto appreso da Motorsport.com, il nuovo layout del tracciato del Messico è stato omologato dalla FIA.

Potrebbe interessarti anche...