Francia, quante soluzioni: è la nazionale più completa al mondo?

Quella della Francia è una generazione d'oro. Tra stelle nascenti come Mbappé e Dembelé o giocatori già affermati come Griezmann e Pogba, la nazionale francese è con ogni probabilità la più completa al mondo.

Analizzando i giocatori convocabili del selezionatore Deschamps, è incredibile l'abbondanza che la Francia ha a disposizione in ogni ruolo del campo, con molteplici alternative di alto livello.

Tra i pali, per esempio, il titolare è Lloris ma dietro di lui ci sono due numeri uno di grande affidamento come Ruffier e Mandanda. Per non parlare di Costil (in ottica Fiorentina) e Areola che al PSG si è già ritagliato un ruolo da protagonista.

In difesa l'esplosione di Sidibé e Mendy al Monaco ha consegnato a Deschamps i due nuovi terzini titolari, ma non bisogna dimenticare che per quel ruolo ci sono anche i vari Digne, Kurzawa e gli esperti Jallet, Evra e Sagna.

Spostandoci al centro della difesa troviamo Varane e Koscielny come certezze, ma il futuro passa dai vari Umtiti, Zouma, Kimpembe ed Hernandez, questi ultimi rispettivamente classe '95 e classe '97. Laporte è un'altra validissima alternativa e contro la Spagna si è guadagnato la prima convocazione, ma ci sono anche Rami e Sakho.

A centrocampo il livello di talento cresce ulteriormente: Pogba, Kanté e Matuidi non hanno bisogno di presentazioni, Rabiot e Bakayoko fanno parte della nuova generazione ma sono già due perni di PSG e Monaco. Tolisso sta studiando per diventare un top player insieme a Cyprien del Nizza, autentica rivelazione in Ligue 1.

Kylian Mbappe France Spain Friendly 28032017

Sissoko si è un po' perso al Tottenham ma all'ultimo Europeo è stato uno dei migliori, il capitano del Lione Gonalons rappresenta comunque una certezza in mezzo al campo e poi c'è N'Zonzi che per assurdo non è stato ancora mai convocato in nazionale. Parliamo di un giocatore ambito da mezz'Europa, Juve compresa, che in questa Francia è uno dei tanti.

Arriviamo infine all'attacco, dove la dose di talento diventa addirittura esagerata. Mbappé è soltanto l'ultimo della lista, prima di lui si è fatto strada Dembelé e pensare che entrambi hanno da poco compiuto 18 anni. Dalla scuola del Monaco sono venuti fuori anche Martial e Lemar, altri due Under 21 con ampi margini di miglioramento.

Ousmane Dembele France Luxembourg

In avanti c'è davvero l'imbarazzo della scelta, basti pensare che Deschamps ha lasciato fuori Lacazette (il miglior marcatore francese in Europa) e Benzema.  In Bundesliga Modeste ha di nuovo superato quota 20 goal, ma anche lui è rimasto a casa. Perché comunque ci sono già Griezmann, Gameiro e Giroud.

E poi ci sarebbe pure Ribery se non avesse chiuso in anticipo la sua carriera internazionale. Insomma la Francia può attingere e piene mani dalla sua miniera di talenti infinita. Deschamps è alla guida della nazionale potenzialmente più forte al mondo, favorita d'obbligo ai prossimi Mondiali in Russia.

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità