Futuro in bilico per Romagnoli: ci pensa il Barcellona, il Milan fissa il prezzo

·1 minuto per la lettura

Non solo Donnarumma e Calhanoglu: la questione rinnovi, in casa Milan, riguarda anche Alessio Romagnoli. Con meno urgenza rispetto ai primi due, vista la scadenza nel 2022, ma è un tema da risolvere entro pochi mesi. Il suo futuro è sempre più incerto, complice un posto da titolare non più così saldo dopo l'exploit di Fikayo Tomori. Come raccontato nelle settimane scorse, l'obiettivo di Raiola è un adeguamento contrattuale rispetto all'attuale ingaggio da 3,5 milioni di euro netti a stagione, ma la linea rossonera prevede un tetto salariale fissato a 4 milioni di euro.

SIRENE CATALANE - Ecco perché, con una trattativa per il rinnovo che non decolla, il suo futuro può essere lontano dal Milan. A lui pensa il Barcellona, alla ricerca infatti un difensore centrale mancino (Umtiti ha un ginocchio a volte instabile, Lenglet non ha soddisfatto le attese), bravo nel gestire la palla come richiesto nelle squadre che amano il possesso. Come riporta La Gazzetta dello Sport, la valutazione del Milan, a sei anni dall'acquisto e dalla completa ammortizzazione del cartellino, è di 20 milioni di euro.