Galatasaray, Nzonzi risponde alle critiche: "Il problema sono gli attaccanti"

Steven Nzonzi risponde alle critiche e spiega qual è il problema del Galatasaray: “Non c’è un giocatore che corra in avanti quando ho palla”.
Steven Nzonzi risponde alle critiche e spiega qual è il problema del Galatasaray: “Non c’è un giocatore che corra in avanti quando ho palla”.

Si è trasferito la scorsa estate al Galatasaray in prestito con diritto di riscatto per provare a rilanciarsi dopo un’annata complicata vissuta alla Roma, la sua esperienza in Turchia però non solo sin qui non è andata come avrebbe immaginato, ma è da considerarsi già al capolinea.

Steven Nzonzi nelle scorse settimane è stato messo fuori rosa dal club turco a causa di comportamenti indisciplinati tenuti nel corso di una sessione di allenamento e, sebbene fino ad inizio dicembre fosse stato uno degli uomini più utilizzati in assoluto da Terim, pensare oggi ad una sua permanenza ad Istanbul è quanto mai complicato.

Il centrocampista francese, che con la sua Nazionale si è laureato campione del mondo nel 2018, nei mesi scorsi è stato spesso criticato per un rendimento non propriamente all’altezza delle aspettative ma, parlando a Fanatik, ha spiegato come in realtà non sia lui il problema della squadra.

“Non sono riuscito a trovare un giocatore che corra in avanti quando ho palla, un giocatore che cerchi il passaggio giusto o che si posizioni bene per far girare palla. Il problema di questa squadra non è chi gioca davanti alla difesa, ma chi non fa i suoi movimenti in attacco. Non conta chi gioca, il problema è sempre quello”.

Nzonzi già a gennaio dovrebbe lasciare Istanbul per ripartire da una nuova squadra. Il suo nome ultimamente è stato accostato soprattutto a quelli di Lione ed Everton.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...