Gasperini: "Con la Juve non è decisiva. Io in bianconero? Penso ad arrivare davanti"

Niccolò Mariotto
·1 minuto per la lettura

Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match con la Juventus in programma domani pomeriggio alle ore 15.00: di seguito le parole dell'allenatore della Dea.

Gian Piero Gasperini | Emilio Andreoli/Getty Images
Gian Piero Gasperini | Emilio Andreoli/Getty Images

IL MATCH - "Non è uno spareggio, lo sarà quello in Coppa Italia dove dovrà esserci un vincitore per forza. In campionato è una gara importante ma poi ne mancheranno altre sette, i punti ora pesano sempre di più ma non è una partita decisiva. Potrebbe essere un modo di misurarsi in vista della finale, deve uscire comunque un vincitore, per tutte e due le squadre".

CORSA CHAMPIONS - "È indubbio che per loro non andare in Champions sarebbe un bruttissimo risultato ma noi pensiamo alle nostre possibilità ed opportunità: per noi sarebbe un traguardo fantastico, per loro un traguardo minimo che vogliono a tutti i costi raggiungere".

SCELTE TATTICHE - "L'assenza di CR7 è un problema della Juve, per noi potrà esserci qualche accorgimento diverso ma vedremo anche chi gioca, ci sono alcuni elementi nella Juve particolarmente temibili. Pessina? Sta bene, si è allenato con la squadra, se gioca però te lo dico domani".

FUTURO - "Io alla Juve? Credo che le mie possibilità siano passate se ci sono state, l’unico mio pensiero è di superarla in classifica perché in 5 anni siamo arrivati sempre davanti a tutte ma mai davanti alla Juve. Quest’anno sarà difficile perché la considero fortissima, forse anche più forte dell’Inter, riuscire a passarla davanti sarebbe una delle cose che ci manca".

Segui 90min su Instagram.