Gasperini, messaggio tra le righe al Papu Gomez

·1 minuto per la lettura

Conferenza stampa di Gian Piero Gasperini Gian Piero Gasperini ha parlato alla vigilia della sfida contro il Benevento. "Credo che il fattore campo possa incidere poco, ma dipende anche dal calendario. Pesa meno per tutti, il pubblico è una componente fondamentale. Hanno vinto 6 partite, sono parecchie per una neopromossa. Stanno facendo un buon campionato, domenica ci sono stati diversi risultati a sorpresa in alto, c'è battaglia ed equilibrio in tutte le zone della classifica". Rispondendo ad una domanda sulla formazione, il tecnico dell'Atalanta si è lasciato andare ad una risposta articolata, che in qualche modo può essere letta anche come un messaggio al Papu Gomez. "Giocando ogni tre giorni vedi l'inserimento di certi giocatori. Avevo l'esigenza di vedere Caldara, in partita riesci a capire, da uno spezzone, l'inserimento di un giocatore. A gennaio ci sono tante partite, c'è qualche esubero soltanto sugli esterni. Non devono mai succedere infortuni, se togli qualche giocatore in esubero rischi. Alla fine saremo giusti, non capisco la necessità di avere 28 giocatori. È una cosa che continuo a non capire, ma non può avere una rosa insufficiente. Adesso andiamo avanti, poi c'è ancora tempo. Un ragazzo come Sutalo avrebbe bisogno di giocare, che può fare bene. Ha bisogno di giocare per crescere, poi non so se arriverà o meno una società che vuole. Se lui gioca può rientrare nell'Atalanta. Non ho tutto quello spazio, non ho voglia e volontà di regalare spazio a tutti. Mi bastano 1617 giocatori, noi dobbiamo risultati: noi abbiamo bisogno di fare risultati".