Gattuso perde Koulibaly e Maksimovic: Napoli in emergenza per la corsa Champions

FA
·2 minuto per la lettura

Due tegole nel giro di poche ore: la difesa del Napoli perde pezzi ed è in vera e propria emergenza per il finale di stagione, che vede gli azzurri in piena corsa per un posto in Champions League nonostante il pareggio interno con il Cagliari che li ha fatti scivolare a -2 dal terzetto Atalanta-Juventus-Milan.

KO - La prima brutta notizia per Rino Gattuso è arrivata poco dopo pranzo, il problema al polpaccio accusato da Kalidou Koulibaly nel finale di gara contro i sardi non è di poco conto: gli esami hanno evidenziato la distrazione di primo grado del gastrocnemio mediale della gamba destra. Tradotto: almeno due settimane di stop che lo costringeranno a saltare sicuramente gli impegni contro Spezia, Udinese e Fiorentina, ma è a rischio anche l'ultima di campionato contro il Verona. A distanza di poche ore, l'altra tegola: Nikola Maksimovic è risultato positivo al Covid-19. Asintomatico e posto subito in isolamento anche il centrale serbo sarà fuori per almeno dieci-quattordici giorni, quindi out contro Spezia e Udinese, da valutare per la Fiorentina.

CONTATI - Certamente il calendario non è proibitivo e il Napoli non ha di fronte scontri diretti con squadre in lotta per la Champions, ma di fatto Gattuso si ritrova con un reparto ridotto ai minimi termini per il rush finale. Kostas Manolas, tornato da squalifica contro il Cagliari, e Amir Rrahmani restano gli unici centrali di ruolo a disposizione, qualora uno dei due dovesse dare forfait il tecnico si troverebbe costretto a soluzioni alternative di emergenza: una potrebbe essere scalare Giovanni Di Lorenzo al centro della difesa, ruolo già ricoperto in alcuni spezzoni di gara ma non proprio dell'esterno italiano. Koulibaly e Maksimovic si fermano e lasciano Gattuso con le scelte contate in piena corsa Champions: il Napoli sarà costretto a stringere i denti dietro nel finale di stagione.