Gaucci-Matarrese, il mitico scontro compie vent'anni

webinfo@adnkronos.com

Era il 6 novembre del 1999 e si era appena conclusa Perugia-Bari, quando due pesi massimi della polemica calcistica, il fumantino Luciano Gaucci e il compianto patron barese Vincenzo Matarrese, vennero quasi alle mani, ripresi da ogni telecamera del piazzale post-partita. Perugia -allora in A- sconfitto 1-2 in casa e match nervoso a partire dai primi istanti. E dal 9' del primo tempo trascende: Duccio Innocenti, difensore del Bari di mano e piede pesanti, in piena area di rigore avversaria rifila una gomitata a Renato Olive, rompendogli uno zigomo. Dell'accaduto l'arbitro non se ne accorge, e solo le immagini televisive faranno vedere l'aggressione. 

Gaucci 'sbrocca' dagli spogliatoi: bersagli della sua ira sono il signor Pellegrino, arbitro di Barcellona Pozzo di Gotto, reo di non aver visto un chiaro intervento da espulsione, "il giocatore è in ospedale e lei non ha fatto niente, vergogna...", e Vincenzo Matarrese, che incautamente si rivolge a Gaucci dal pulmann, fa scattare la reazione: "Gaucci! Noi siamo di Serie A!", rimasto negli annali, così come la risposta di Gaucci: "vai a fare in c..., mortacci tuoi!". La versione integrale del video su Youtube, tratta da Telemontecarlo, ha avuto oltre 331.000 visualizzazioni.  

 

 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...