Genoa-Chievo 1-2: Pandev non basta, sprofondo rossoblù

Il Genoa ha vinto una sola volta negli ultimi 17 turni, Preziosi spedisce la squadra in ritiro per due settimane: contro l'Inter gara decisiva.

Il Genoa non riesce più a vincere: altra sconfitta contro il Chievo che complica e non poco la corsa per la salvezza che fino a qualche settimana fa sembrava non poter creare problemi. Ora per i 'Grifoni' ci sarà da lottare fino alla fine per evitare quella retrocessione che rappresenterebbe una vera e propria beffa.

Juric non si schioda dal suo tridente d'attacco composto da Simeone in posizione centrale e Palladino e Pandev sugli esterni, a Laxalt e Lazovic il compito di spingere sulle fasce. Maran sposta Birsa sulla linea degli attaccanti in coppia con Inglese, chance dal primo minuto sulla trequarti per Bastien. Sorrentino ancora titolare tra i pali.

Il canovaccio della gara vede i padroni di casa in controllo del match, superiori soprattutto per quanto riguarda il gioco sulle fasce - tipico della filosofia di Juric - dove in particolare Laxalt è in grande forma. Nonostante ciò però il Chievo sembra tenere bene il campo fino al 35' quando l'arbitro assegna un calcio di rigore al Genoa per fallo di Cesar su Pandev: sul dischetto si presenta Simeone che però allarga troppo il piattone calciando malamente fuori. Non sbaglia invece Pandev, abile a ribadire in rete di prima intenzione un ottimo pallone offerto gentilmente da Laxalt dalla sinistra.

La ripresa vede un Chievo completamente trasformato rispetto al primo tempo, una squadra più incisiva e volenterosa nel recupero del risultato. Genoa che invece viene schiacciato nella propria metà campo senza possibilità di ripartenze. I veneti legittimano la loro supremazia con la meritata rete del pareggio siglata da Bastien, alla sua prima gioia in Serie A e trovano addirittura il goal del sorpasso con Birsa, bravo ad incornare di testa e battere Lamanna sul primo palo. I due goal subìti svegliano parzialmente il Genoa che si riversa in attacco nel finale, quando viene espulso Depaoli per doppia ammonizione: l'assalto però non porta alcun frutto ed arriva una sconfitta che fa più male del solito.

I GOAL

43' PANDEV 1-0 - Azione da incorniciare sulla fascia sinistra di Laxalt che serve un pallone d'oro nei pressi dell'area piccola sul quale si avventa Pandev: il potente sinistro del macedone si spegne sotto la traversa, nulla da fare nella circostanza per l'incolpevole Sorrentino.

60' BASTIEN 1-1 - Bel cross dalla destra di Castro che trova in area la perfetta esecuzione aerea di Bastien, autore di una rete da attaccante puro nonostante sia stato schierato nel ruolo di trequartista da Maran.

70' BIRSA 1-2 - Azione fotocopia di quella del goal del pareggio: stavolta però il cross decisivo arriva dalla sinistra, elevazione di Birsa che incorna alla perfezione senza lasciare scampo alcuno a Lamanna.

I MIGLIORI

GENOA: PANDEV

L'attaccante macedone è uno dei pochi a crederci e a non mollare mai, nemmeno dopo lo svantaggio. Si procura il calcio di rigore sbagliato da Simeone ed è bravo a sfruttare al meglio l'assist di Laxalt per il sigillo del provvisorio vantaggio, a tratti dà l'impressione di lottare da solo nel deserto.

CHIEVO: BIRSA

Altra prestazione di qualità per lo sloveno, dai cui piedi nascono quasi tutte le azioni più pericolose dei clivensi. Prova impreziosita anche dalla rete che regala ai suoi una vittoria importante e che fa sprofondare il Genoa.

I PEGGIORI

GENOA: SIMEONE

Il 'Cholito' ha sui piedi l'opportunità di sbloccare il match ma la spreca clamorosamente calciando malissimo il calcio di rigore assegnato per fallo su Pandev. Il peso del goal che non arriva si fa sentire e le sue azioni sono spesso sconclusionate.

CHIEVO: CESAR

Prima commette il fallo da rigore su Pandev, poi si perde il macedone in occasione dell'azione del vantaggio genoano. Non proprio quella che può definirsi una prova positiva, tutt'altro.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità