Genoa-Crotone 1-0: Basta Bessa, i Pitagorici si svegliano tardi

Goal.com

Voleva una vittoria per allontanarsi definitivamente dalle zone calde della classifica e l’ha ottenuta confermando di avere una squadra comunque di una qualità tale da non meritare di essere ancora invischiata, seppur marginalmente, nei discorsi salvezza. Il Genoa si impone per 1-0 a Marassi contro il Crotone e lo fa grazie soprattutto ad una prima frazione di gioco di buonissimo livello.

Dopo una partenza nella quale le due squadre hanno dimostrato di voler mettere tanta intensità in campo, i ragazzi di Ballardini hanno con il passare dei minuti preso sempre più metri, sfruttando la netta superiorità qualitativa a centrocampo. Il Genoa, al solito estremamente organizzato e compatto in fase difensiva, in avanti ha potuto contare sulla brillantezza di un Medeiros che, nel primo tempo, seppur abbastanza impreciso in fase di conclusione, ha galleggiato bene tra le linee di mediana e di attacco, risultando l’uomo in grado di far cambiare marcia alla propria squadra con le sue intuizioni.

Non è invece riuscito a cavalcare l’onda del successo ottenuto nell’ultimo turno di campionato contro il Bologna il Crotone. All’ombra della Lanterna, la squadra di Walter Zenga entra in campo con 45’ di ritardo. Dopo una prima frazione nella quale ha fatto un’enorme fatica nell’arginare la spinta del Genoa, la compagine ospite, rigenerata anche dall’ingresso in campo di un Barberis certamente più a suo agio nel far girare palla rispetto ad Ajeti, ha dimostrato di avere la forza per far salire il suo baricentro e rendersi molto pericolosa dalle parti di Perin.

Una partita dai due volti quindi, dominata a fasi alterne dalle sue squadre. Il Genoa ha avuto il merito di trovare la rete nel primo tempo, il Crotone è stato meno preciso ma anche poco fortunato nella ripresa (i liguri hanno però colto una traversa). Per i calabresi una sconfitta che certamente non aiuta. La classifica parla ancora di piena zona retrocessione e di una strada in salita, quella per non scendere in B è però una lotta che nelle prossime settimane avrà ancora molto da offrire.

I GOAL

28' BESSA 1-0  - Medeiros si accentra dalla destra e lascia partire un gran cross verso il centro dell’area, Bessa approfitta della staticità della difesa del Crotone e, tutto solo da eccellente posizione, trafigge Cordaz con un colpo di testa in tuffo.

I MIGLIORI

GENOA: MEDEIROS

Nel primo tempo è l’uomo in più del Genoa, poi cala con il passare dei minuti. L’assist per il goal di Bessa è stato delizioso, molto meno bella la simulazione che all’11’ l’ha portato a chiedere un rigore, ma che in realtà gli è valso un’ammonizione.

CROTONE: RICCI

E’ il più attivo tra gli attaccanti del Crotone. Quando può, fà valere la sua velocità, risultando una spina nel fianco.

I PEGGIORI

GENOA: GALABINOV

Parte anche bene, ma perde lucidità con il passare dei minuti. Al solito è sempre pronto a mettersi al servizio della squadra, manca però di incisività.

CROTONE: AJETI

Schierato a centrocampo, non riesce ad offrire la qualità della quale la sua squadra necessita. Quando esce lui il Crotone inizia a crescere.

Leggi altri articoli

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità